venerdì 26 maggio 2017

"Prima che sia domani" di Clare Swatman

Buongiorno a tutte, fanciulle (e fanciulli)!
La chiacchiera librosa di oggi è dedicata a "Prima che sia domani" di Clare Swatman, edito Mondadori (rilegato a 18€) in uscita il 30 Maggio:
Trovi la tua anima gemella...
Alcune persone non si accorgono di essere in presenza dell’amore della loro vita neanche quando se lo ritrovano proprio davanti agli occhi. Per Ed e Zoe è stato così: si sono incontrati il primo giorno di università, hanno condiviso anni bellissimi come coinquilini nello stesso appartamento, si sono innamorati... Si sono persi di vista... Poi le loro strade si sono incrociate più volte ma, per motivi sempre diversi, sembrava che non fosse mai il momento giusto. Solo anni più tardi, dopo che entrambi si sono lasciati alle spalle varie esperienze, il loro amore è finalmente sbocciato...
... e poi succede qualcosa di inimmaginabile.
Un giorno, mentre stava andando al lavoro in bicicletta, Ed viene coinvolto in un incidente. Zoe è letteralmente incapace di reagire a un evento così tragico, non riesce a trovare una maniera per sopravvivere. Non è pronta a lasciare andare i ricordi. Come può dimenticare tutti i momenti felici, dal loro primo bacio a tutta una vita costruita insieme? Ma, soprattutto, Zoe è tormentata dalla consapevolezza che ci sono delle cose che avrebbe assolutamente dovuto dire a Ed...
Ma forse non è troppo tardi...

Ho letto il romanzo di esordio di Clare Swatman in lingua originale, piangendo calde lacrime abbracciata al mio tablet, e non vedevo l'ora di avere trama e copertina italiane per raccontarvelo.
Sono felicissima della scelta di mantenere la cover originale, perchè mi piace davvero molto.

Ma non è solo la cover a piacermi, di questo romanzo.
Anzi. Posso affermare con sicurezza che Clare Swatman ha scritto un libro al quale non si può fare nemmeno una critica: è struggente, è profondamente vero ed è una perfetta rappresentazione dello spettro di emozioni dell'animo umano. Gioia, paura, dolore, speranza si alternano e si sovrappongono nella storia di Zoe, che dopo aver perso il marito Ed all'improvviso e dopo un commiato non proprio sereno, è a pezzi.
Quanto vorrebbe averlo almeno abbracciato prima che uscisse di casa, avergli dato un bacio, avergli detto quanto lo amava nonostante le loro difficoltà!
Se solo potesse rivivere quella giornata, potrebbe... ed è proprio questo, che succederà a Zoe.
Rivivrà i punti salienti della loro storia, dal loro primo incontro appena arrivati in università sino al momento in cui Ed, inevitabilmente, uscirà di casa senza farvi ritorno: avrà l'incredibile opportunità di rivivere ogni emozione, amplificata e con il cuore che batte a mille, e di stringere di nuovo a sè l'amore della sua vita.
L'opportunità di dire ciò che non ha mai detto.

L'autrice ha scelto una formula originale per raccontarci una storia attraverso spezzoni di un passato per il quale non eravamo presenti, senza ricorrere all'inflazionatissimo flashback.
Una prosa che conquista, un ritmo che cattura, un finale che non avrebbe potuto essere più adatto di così: "Prima che sia domani" è un romanzo sensazionale.
Zoe è una protagonista profondamente autentica, con i suoi difetti e i suoi rimpianti, perchè in fondo, chi non l'ha mai pensato? Chi non ha mai desiderato di poter rivivere un'esperienza per comportarsi diversamente?
In questo, Zoe mi ha ricordato Elsie, la protagonista di "Tu, io e tutto il tempo del mondo" di Taylor Jenkins Reid, e anche Dexter di "Un giorno" di David Nicholls: se avete amato questi due romanzi, AMERETE il lavoro di Clare Swatman, con tutte le maiuscole.
Amerete i battibecchi, i brontolii e le occhiatacce perchè in una coppia ci sono anche quelli, così come amerete i baci, le carezze e le dichiarazioni d'amore.
Ripercorrerete un amore durato una vita, tra incomprensioni e momenti sbagliati, separazioni e riavvicinamenti, fino a quando non giungerete all'ultima pagina e il vostro cuore si allargherà un po' per permettervi di portare la storia di Ed e Zoe con voi, per sempre.
"Prima che sia domani" mi ha completamente catturata e fatto piangere come una fontana, ma è stato anche capace di farmi sorridere e, soprattutto, di emozionarmi moltissimo.
È uno dei romanzi più belli che io abbia letto quest'anno, e la prossima settimana dovrà assolutamente entrare nella mia libreria perchè è una storia che voglio portare con me per molto, molto tempo.
Cinque stelle e un CONSIGLIATISSIMO tutto in maiuscolo.

Un bacio a tutte, fanciulle (e fanciulli)!
A presto <3

2 commenti :

  1. Ho pianto leggendo la trama... figurati se leggo il libro T___________T

    RispondiElimina