martedì 17 ottobre 2017

"La piccola bottega del tè" di Caroline Roberts presto in libreria!

Buongiorno a tutte, fanciulle (e fanciulli)!
La chiacchiera librosa di oggi è dedicata a "La piccola bottega del tè" di Caroline Roberts, edito Newton Compton (rilegato a 9,90€) in uscita il 19 Ottobre:
Ellie Hall ha un solo desiderio: dimenticare la vita di città e dedicarsi con amore alla piccola bottega del tè di Claverham Castle, per realizzare il suo sogno di bambina. Niente più noiosi calcoli al computer, finalmente: nelle sue giornate ci saranno solo tazze fumanti accompagnate da torte e biscottini, e amabili chiacchiere con i clienti. Tutto questo è però guastato dallo scorbutico Lord Henry, proprietario del castello, contrario ad aprire le porte della propria dimora ai visitatori. Ma Ellie non ha alcuna intenzione di perdere ciò per cui ha tanto lottato e così, cupcake dopo cupcake, con la sua bottega conquista il cuore degli abitanti, e i suoi dolci diventano l’attrattiva principale del posto. Ora tutto quello che manca nella vita di Ellie è un pizzico di romanticismo: sarà forse Joe, lo scontroso amministratore della tenuta, a donarle un po’ di inaspettata dolcezza?

Sono prontissima ad accoccolarmi in poltrona con una tazza di tè nero fumante e immergermi nella piccola sala da tè di Ellie, godermi il profumo - e il sapore! - dei suoi biscotti appena sfornati e chissà, magari assistere alla nascita di una bella storia d'amore: quel Joe non ce la racconta giusta ;)

Un bacio a tutte, fanciulle (e fanciulli)!
A presto <3

lunedì 16 ottobre 2017

"A 15 anni sei troppo vecchio" di Markus Zusak: conosciamo meglio l'autore!

Buongiorno a tutte, fanciulle (e fanciulli)!
"A 15 anni sei troppo vecchio" di Markus Zusak, edito Frassinelli (rilegato a 14,90€) è in libreria da pochi giorni, ed è il momento di scoprire qualcosa di più sull'autore, diventato famoso in tutto il mondo grazie a "Storia di una ladra di libri" (che, per chi lo avesse amato sin dall'inizio come me, resterà sempre "La bambina che salvava i libri" nonostante il cambio di titolo per allinearsi al film).
A distanza di qualche anno dalla pubblicazione originale è arrivata finalmente in Italia anche la storia dei fratelli Wolfe, di cui trovate già recensito qui il primo volume, "A 15 anni sei troppo vecchio", e di cui leggerò prestissimo il seguito.
Quale migliore occasione per scoprire qualcosa di più su Markus Zusak, l'uomo dietro i libri?
Markus Zusak è nato a Sydney il 23 Giugno 1975, da madre tedesca e padre austriaco entrambi emigrati in Australia da circa vent'anni.
Ha raccontato (in un'intervista rilasciata al The Guardian nel 2008, ndr) di essere cresciuto con i libri per bambini e ragazzi del Dr. Seuss, perchè i genitori non conoscevano l'inglese appena arrivati in Australia e ci tenevano che i figli crescessero con una conoscenza eccellente di quella lingua.
Aveva circa 16 anni quando ha deciso di voler scrivere, e ammette di trovarlo difficile ancora oggi, anche a casua delle aspettative e del suo desiderio di scrivere ogni volta un libro migliore del precedente.
Però ha un metodo infallibile per capire se la storia che gli ronza in testa merita di esser scritta e sviluppata. Si chiede "Se nessuno volesse pubblicare questo libro, varrebbe comunque la pena di scriverlo?" e se la risposta è sì, si mette al lavoro.
Ha due sorelle e un fratello, tutti più grandi di lui: il ruolo di fratello minore è qualcosa che condivide con il protagonista della sua prima fatica letteraria, Cameron Wolfe.
"A 15 anni sei troppo vecchio" è stato scritto dall'autore nel 1999, seguito a ruota da "Vorrei essere mio fratello" e "Il cielo è fatto di lei e di me" (i cui titoli originali sono "The Underdog", "Fighting Ruben Wolfe" e "When Dogs Cry"), ma nonostante i premi letterari vinti la vera fama è arrivata solo con i suoi lavori successivi, "Io sono il messaggero" e, soprattutto, "Storia di una ladra di libri".
Uscito nel 2005 e tradotto in più di 30 lingue, è stato un successo internazionale da cui è stato tratto un film nel 2013, anch'esso apprezzatissimo dal pubblico e dalla critica.
La pubblicazione dei suoi lavori in Italia è stata diversa da quella originale, perchè molti di voi avranno letto "Io sono il messaggero" già nel 2006, quando era uscito con il titolo "La quinta carta" (che è da qualche parte in fondo alla mia libreria), e poi scoperto "La bambina che salvava i libri" nel 2009, prima che diventasse "Storia di una ladra di libri" in concomitanza con l'uscita del film al cinema. Ora potremo recuperare anche la lettura della sua trilogia d'esordio, non siete emozionati?!

E se vi dicessi che, oltre a scoprire qualcosa di più sull'autore, potreste anche saperne di più sulla serie ora in libreri? Ecco dove e quando trovare gli altri contenuti dedicati a Markus Zusak e alla sua bellissima trilogia:
Un bacio a tutte, fanciulle (e fanciulli)!
A presto <3

venerdì 13 ottobre 2017

"La donna del bosco" di Hannah Kent

Buon pomeriggio a tutte, fanciulle (e fanciulli)!
La chiacchiera librosa di oggi è dedicata a "La donna del bosco" di Hannah Kent, edito Piemme (rilegato a 19,50€):
Irlanda, Contea di Kerry, 1825. Una fatalità, una disgrazia, un dispetto delle fate: tutto può essere successo al piccolo Micheál, che a quattro anni non si muove più, colpito da una paralisi inspiegabile che spaventa chi lo incontra e fa mormorare di rapimenti, di creature del bosco maligne e dispettose, di peccati e di punizioni. Tra le strade polverose del piccolo paesino di campagna dove Nóra, sua nonna, cerca di tirarlo su, in un mondo dominato dalla superstizione e dalla paura più che da qualunque altra cosa, un bambino diverso come Micheál è un bambino che le fate hanno scelto per i loro scherzi cattivi.
Le stesse fate che possono essere buone, malvage, leggere o fatali a seconda del loro capriccio. Ma Nóra è decisa a salvare il suo nipotino: insieme a Mary, la ragazza che la aiuta a occuparsi di Micheál, l'unica a non provare repulsione per quella strana creatura, cercherà in tutti i modi di curarlo, confrontandosi con le inumane credenze popolari e i pregiudizi feroci della religione, e infine approdando a Nance, la donna del bosco. L'unica a essere in contatto con le creature che possono aver fatto del male a Micheál, sostituendolo con il "mostro" che è diventato adesso…
In un romanzo potente e pieno di atmosfera, Hannah Kent racconta lo scontro tra ragione e superstizione, ricreando, senza giudizi, un mondo che vive di leggi proprie, pericolosamente dominato dall'irrazionalità, dove le fate e gli elfi sono, per gli uomini, imperscrutabili compagni di viaggio.

Stavolta Hannah Kent ci porta nell'Irlanda di inizio Ottocento, dove la comunità contadina si divide tra una fede totale nella religione cristiana e la paura di creature fatate alle quale vengono imputati disastri e tragedie, nonostante la strenua lotta della Chiesa per cancellare tali superstizioni.
Ed è proprio da una morte improvvisa che partiamo in quello che si rivelerà essere anche per voi un viaggio affascinante e denso di mistero in un mondo che non esiste più ma che non smette di incuriosire.

Martin, il marito di Nora Leahy, si è avviato verso i campi come ogni giorno, per poi accasciarsi al suolo privo di vita proprio nel momento in cui giungeva a quel particolare bivio della strada noto come il bivio dei suicidi.
I due si occupavano del nipote Micheál, un bambino di quattro anni magrolino e malaticcio, rimasto orfano dopo che la loro figlia, Johanna, è morta: proprio per proteggere il bimbo dagli sguardi indiscreti e dai pettegolezzi, Nora decide di farlo ospitare dai vicini.
Il piccolo richiede molte cure, data l'oscura natura del male che lo affligge, e Nora non sa come farà a occuparsi dei cambi, del bestiamo e anche di Micheál: per questo assume Mary per darle una mano, una ragazza in cerca di qualche soldo in più per iutare la su famiglia e che, però non è così pratic di bambini nelle condizioni del nipote di Nora.
Nè il medico nè il parroco sembrano in grado di offrire una soluzione, mentre le voci in paese dicono che il bambino sia un changeling, un sostituto del vero Micheàl lasciato nel suo lettino dalle fate, e convincono Nora a rivolgersi a Nance Roche, una specie di fattucchiera - oltre che levatrice del paese - per far sì che chiunque abbia preso il bimbo accetti di scambiarlo nuovamente.

Quello di Hannah Kent è un romanzo in cui a precendere decisioni e affrontare sfide importanti sono sempre, ed esclusivamente, le donne: Mary, Nora e Nance sono protagoniste assolute di una storia in cui fede e superstizione si scontrano a più riprese, senza offrire nessuna certezza ma lasciando, invece, dubbi sempre più grandi.
Non è una storia felice ma perchè, per chi viveva nelle campagne in totale povertà, erano più i giorni di dolore di quelli di gioia: la Chiesa era distante e non consapevole delle sofferenze dei suoi fedeli, e la fede era più un obbligo dovuto alla paura di un inferno astratto ma spaventoso, piuttosto che un rifugio.

Impostato in un'epoca enigmaticamente atmosferica ricca di conflitti, dolori e povertà, dominati dalla Chiesa Cattolica lontana, un ordine non sincronizzato con le semplici vite di queste persone, le loro esigenze, le loro lotte quotidiane. Ci sono momenti occasionali di luce, momenti di un senso comune di scopo, ma questo non è un racconto leggero o felice.
Hannah Kent ancora una volta ci presenta un romanzo curato e ricco di dettagli che tradiscono una ricerca molto approfondita, a cominciare dalla presenza di espressioni dell'epoca che rendono più autentico ogni dialogo: vi sembrerà di camminare per i boschi, immersi nell'odore di muschio, di umido e di legno, così come vi sembrerà di sentire il richiamo delle fate e delle loro magiche feste o il profumo dell'erba dopo un temporale.
La splendida prosa che avevamo avuto modo di apprezzare in "Ho lasciato entrare la tempesta" rende il nuovo lavoro di qust'autrice assolutamente imperdibile, e Hannah Kent si conferma una scrittrice da tenere d'occhio.

Consigliatissimo a chi avesse amato "Ho lasciato entrare la tempesta", ma non solo: Hannah Kent va scoperta, quindi immergetevi nel mondo di credenze, rituali e paure irrazionali della campagna irlandese di inizio Ottocento e preparatevi a non riuscire a staccarvi dal libro prima di averlo finito ;)

Un bacio a tutte, fanciulle (e fanciulli)!
A presto <3

Un goloso appuntamento... in libreria!

Buongiorno a tutte, fanciulle (e fanciulli)!
A Ottobre l'appuntamento più goloso è quello con Newton Compton Editori, che porta in libreria quattro preziosi - ma superaccessibili - cofanetti per gli amanti di pasta, birra, dolci e centrifugati. Il 26 Ottobre non prendete impegni e correte ad accaparrarveli:
A cominciare da "C'è pasta per te" (9,90€), imperdibile per tutti gli amanti di spaghetti, farfalle ed affini. Del resto la pasta, per noi italiani, è una questione molto seria. Una cottura perfetta e qualche accorgimento sono gli ingredienti perfetti per una cena deliziosa. Basteranno poche semplici mosse e gli strumenti di questo coloratissimo kit, per mettere nel piatto uno dei simboli della tradizione culinaria italiana, rigorosamente al dente. Una spruzzata di parmigiano, e il gioco è fatto: sarete pronti a sorprendere famiglia e amici.
Nella confezione, oltre a un simpatico ricettario, vi aspettano un forchettone per controllare la cottura e servire con comodità, un dosatore per spaghetti che sostituisce la bilancia ed una bellissima grattugia da esibire in tavola.
Newton Compton ha pensato anche a voi, amanti della birra!
Dopo una stancante giornata di lavoro, una bella birra ghiacciata può essere il premio rinfrancante perfetto per rilassarsi. Ma perché rinunciare a un tocco di professionalità? Nel kit "Birra" (9,90€) troverete tutto l’occorrente per gustare una delle più diffuse e antiche bevande del mondo, da soli o in compagnia: un ricettario a colori pieno di curiosità, un diario di degustazione indispensabile per ricordare gli assaggi, un elegantissimo apribottiglie vintage da muro e sei sottobicchieri stampati per brindare con gli amici. Che sia bionda, rossa o scura, artigianale o industriale, l’importante è che non sia calda!
Non potevano non pensare ai fan dei centrifugati, giusto? Con "I love succhi e centrifughe" (9,90€) avrete solo l'imbarazzo della scelta, e non vi perderete il piacere di preparare la bevanda perfetta in ogni circostanza, dalla colazione alla merenda.
Con questo kit completo di tutti gli strumenti essenziali, il vero piacere è prepararla in casa! Acque aromatizzate, frullati di frutta o verdura, frappè o tantissime varietà di tè freddo: sono buone ma anche ricche di vitamine. Portate con voi una bottiglia di salute ovunque andiate, il gusto è assicurato.
Nella confezione troverete un coloratissimo ricettario con soluzioni salutari e gustose, una pratica bottiglia da portare sempre con te, un pelaverdure e uno scavino per tutti i tipi di frutta e verdura, un cucchiaino da cocktail con il manico lungo.
Ed infine, quello che la sottoscritta brama di più e che molto probabilmente finirà per autoregalarsi: "I love cake design" (9,90€), che include un ricettario illustrato con tante idee originali per ogni occasione un sac à poche con quattro beccucci intercambiabili per guarnire con originalità e quattro coloratissimi utensili adatti a tutti i tipi di creazione. I miei - e i vostri - dolci non saranno solo buoni, ma anche bellissimi: stimolate la fantasia in cucina! Grazie a questo kit potrete realizzare a casa fantastiche opere d’arte, con i coloratissimi suggerimenti all’interno del ricettario: farciture e glasse, trucchi per modellare la pasta di zucchero e tante idee per decorazioni con cui stupire gli amici, da creare grazie all’aiuto dei simpatici strumenti all’interno della confezione.

Ne ho puntati due, e voi?
Un bacio a tutte, fanciulle (e fanciulli)!
A presto <3

giovedì 12 ottobre 2017

TV Thursday #2: "L'amore non ha regole", "Suburra", "Full House"

Buon pomeriggio a tutte, fanciulle (e fanciulli)!
Anche questo giovedì scopriamo insieme cosa ho guardato negli ultimi sette giorni, e stavolta c'è un arretrato finalmente recuperato, una nuova serie firmata Netflix a cui ho dato una chance e un nuovo appuntamento con "Full House", che non ho ancora abbandonato:
Ho recuperato "Something Borrowed - L'amore non ha regole", ispirato al romanzo "Piccole confusioni di letto" di Emily Giffin uscito per Piemme anni fa, e mi ha divertita tantissimo. Ogni tanto occorre rilassarsi per un paio d'ore, e niente di meglio di un chick-flick e una pizza per farlo.
La storia di Rachel, Dex e Darcy è quella di un triangolo amoroso e d'amicizia contorto e decisamente difficile da gestire, e nonostante io non condivida il messaggio di fondo - che resta discutibile, perchè non importa che lui sia il tuo grande amore inespresso, andarci a letto quando sta per sposare la tua migliore amica NON è una buona mossa anche se poi si risolve tutto con un relativo happy end - è un film pieno di scene divertenti e con un bellissimo Colin Egglesfield nei panni di Dex.
Ho poi guardato la prima stagione di "Suburra", arrivata da pochissimo su Netflix e che mi incuriosiva moltissimo nonostante non sia il mio genere di serie tv preferito.
Politica, corruzione e criminalità si intrecciano con esiti drammatici e violenti sullo sfondo di una Roma che ci piacerebbe far finta di non riconoscere.
Nonostante non fosse qualcosa che pensavo potesse piacermi, ho guardato tutte le puntate già disponibili e devo ammettere che è una serie coinvolgente, anche se un po' troppo violenta per i miei gusti - non volete sapere che sogni ho fatto dopo averla guardata.
Infine, per tornare a navigare in acque più tranquille e rassicuranti, ho guardato la seconda stagione di "Full House" e iniziato la terza: la famiglia Tanner cresce, soprattutto la piccola Michelle interpretata dalle superprecoci gemelle Olsen (hanno debuttato in questa serie a soli 9 mesi, interpretando insieme fino al 1995 il ruolo della piccolina di casa in modo da poter coprire, alternandosi, le ore necessarie a girare), e John Stamos resta bello-bellissimo... ed è cresciuto bene, a trent'anni di distanza non è affatto male ;)

Nel weekend andrò al cinema e vedrò "L'altra metà della storia" grazie a Feltrinelli e a Stardust (siano sempre benedetti i coupon per il cinema!), e non vedo l'ora di scoprire come sarà la storia di "Il senso di una fine" di Julian Barnes sul grande schermo. Il romanzo, edito in Italia da Einaudi, mi era piaciuto moltissimo.

Un bacio a tutte, fanciulle (e fanciulli)!
A presto <3

"A 15 anni sei troppo vecchio" di Markus Zusak

Buongiorno a tutte, fanciulle (e fanciulli)!
La chiacchiera librosa di oggi è dedicata a "A 15 anni sei troppo vecchio" di Markus Zusak, edito Frassinelli (rilegato a 14,90€):
In "A 15 anni sei troppo vecchio" incontriamo per la prima volta i fratelli Cameron e Ruben Wolfe. I due sono tanto uniti quanto diversi, visto che mentre Ruben, il più vecchio, è forte, bello e brillante, Cameron è invece il più classico degli sfigati.
I due ragazzi passano la maggior parte del loro tempo litigando con i genitori e i fratelli maggiori, combattendo tra di loro incontri di boxe «a una mano» (possiedono un solo paio di guantoni), e progettando piani semidelinquenziali, come derubare il dentista del quartiere, che falliscono miseramente.
Ma quello che Cameron, come tutti gli adolescenti, desidera veramente, è incontrare una ragazza - una ragazza vera, non una di quelle delle riviste che guarda il fratello.
Ma la domanda che lo attanaglia è: chi può innamorarsi di un perdente come me?

Mi sono innamorata di Cameron dal primo capitolo di questo romanzo, e per un motivo molto semplice: la sua voce è profondamente e completamente vera.
Niente estremismi, nessuna frase-Tumblr. Solo i pensieri confusi di quello che è un adolescente come lo siamo o lo siamo stati tutti.
#CameronUnoDiNoi, insomma.
Perchè dico questo?
Perchè io mi sono ritrovata moltissimo nei dubbi e nelle insicurezze del minore dei dei fratelli Wolfe, preoccupato di non esssere abbastanza attraente, abbastanza forte o abbastanza sveglio per riuscire a farcela nella vita.
E senza arrivare alla vita, limitiamoci al primo pensiero di Cameron (e di tutti gli altri ragazzi della sua età): riuscirà mai ad avere una ragazza?

Markus Zusak ci racconta - in quel suo modo speciale che avevamo già potuto apprezzare in "Storia di una ladra di libri" e "Io sono il messaggero" - la quotidianità fatta di alti e bassi di un ragazzino come tanti, diviso tra i conflitti con un padre non proprio perfetto e l'ammirazione-odio che prova verso il fratello maggiore Ruben, allo stesso tempo spina nel fianco e partner in crime.
Dà voce ai dubbi, alla confusione e ai desideri di Cameron con freschezza e spontaneità, portando sulla carta un personaggio che, ne sono sicura, resterà nei vostri cuori a lungo e vorrete seguire per tutti e tre i volumi della serie.

Ho adorato l'interazione tra Cameron e Ruben, il loro battibeccare in cui ho ritrovato me stessa e mio fratello in più di un'occasione, e ho riso quando ho assistito alla comica evoluzione del loro piano per derubare il dentista. Vi dico solo che entrano con l'idea di uscire ricchi, ed escono con un appuntamento per fare la pulizia dei denti a causa di un'assistente molto carina che fa breccia nel cuore di #CameronUnoDiNoi XD
Bellissimo anche l'espediente scelto dall'autore per renderci partecipi dei desideri e delle paure inespresse di Cameron: raccontarci i suoi sogni.
Sogni assurdi, sogno sconclusionati e a volte ridicoli, ma che sono lo specchio dei suoi pensieri e dell'impatto che le azioni altrui hanno su di lui.
Nei suoi sogni Cameron è a tratti un eroe e a tratti una vittima, esattamente come vorrebbe sentirsi e come invece si trova ad essere nella vita di ogni giorno, ed è stato un modo affascinante  e coinvolgente per entrare nella mente del personaggio senza dover leggere pagine e pagine di flusso di pensiero.

È un approccio diverso al romanzo YA, sicuramente meno "di tendenza" ma allo stesso tempo molto più spontaneo e naturale: la verità è che, adolescenti o meno, siamo tutti Cameron. Almeno un po'.
Markus Zusak in questo libro non racconta solo la vita di un personaggio, ci mette anche di fronte ai nostri stessi dubbi sull'amore, sul coraggio e sull'importanza delle nostre scelte.
Consigliatissimo, soprattutto se cercate qualcosa che racconti l'adolescenza in modo meno patinato ma molto, molto più vero. Io bramo già il secondo volume ;)

Un bacio a tutte, fanciulle (e fanciulli)!
A presto <3

Essie "Treat & Color": tutti gli swatches e le mie prime impressioni

Buongiorno a tutte, fanciulle!
Essie quest'autunno ha pensato alle nostre unghie, con la collezione "Treat & Color".
Cinque smalti dai colori delicati che, oltre a rendere più eleganti le nostre mani, si prenderanno anche cura del benessere delle nostre unghie grazie al collagene e all'olio di camelia.
La promessa di unghie più forti in una settimana, con il 60% di sfaldature e il 30% di rotture in meno, era irresistibile: andavano provati!
Ed ecco qui gli swatches e le mie prime impressioni sui colori #01, #02, #03, #06 e #07 (e mi scuso per le foto "fredde" ma ahimè, questo press-kit è arrivato nel bel mezzo di tre giorni nuvolosi e bui):
#01 Treat Me Bright
#02 Tinted Love
#03 Sheers To You
#06 Good As Nude
#07 Tonal Taupe
Come in ogni collezione, c'è chi mi ha conquistata e chi no.
Mi sono innamorata del luccichio di "Good As Nude" e "Tonal Taupe"... davvero, già so che questi due colori mi faranno compagnia per molti, molti mesi. Sono i "miei" nudi, con un tocco luccicante (in foto non sono usciti, ma dentro a "Tonal Taupe" ci sono tanti riflessi luminosi che lo rendono uno spettacolo se esposto al sole).
Non sono invece una fan dei due colori più chiari e meno coprenti della collezione, "Treat Me Bright" e "Sheers To You", che però conto di utilizzare sopra ad una base bianca per darle quel tocco di luce in più.

Adoro l'idea di unire colore e trattamento, perchè sono abituata a tenere le unghie molto lunghe e un po' di forza in più è semrpe gradita per evitare rotture improvvise, e apprezzo moltissimo il pennello in dotazione (ma l'ho già detto in passato, adoro-adoro-adoro i pennelli degli smalti Essie).
Tutti e cinque i colori si stendono a meraviglia, e se i tre più chiari restano sheer anche con tre passate leggere, i due più scuri sono coprenti alla seconda passata leggera.
Dico leggera, perchè uno dei trucchi per durare più a lungo lo smalto è proprio questo: passate leggerissime, e farle asciugare del tutto prima di dare la successiva.

Il prezzo di vendita su Amazon oscilla tra i 12 e i 13€ a flacone (13,5ml).

Un bacio a tutte, fanciulle!
A presto <3

mercoledì 11 ottobre 2017

"Autonomous" di Annalee Newitz presto in libreria!

Buongiorno a tutte, fanciulle (e fanciulli)!
La chiacchiera librosa di oggi è dedicata a "Autonomous" di Annalee Newitz, edito Fanucci Editore (rilegato a 16€) in uscita il 26 Ottobre:
Terra, 2144. Judith ‘Jack’ Chen è una vera e propria scienziata-pirata: la sua base operativa è un sottomarino, la sua missione piratare costosi farmaci e produrne delle alternative a basso costo, accessibili a tutti. Una sorta di Robin Hood in un mondo dominato dalle case farmaceutiche. Eppure, qualcosa è andato storto con la sua ultima partita di Zacuity: coloro che ne hanno fatto uso, sono andati incontro a effetti collaterali imprevisti, ridotti a veri e propri automi costretti ad azioni meccaniche e ripetitive che conducono la mente alla follia. Jack sa che se il farmaco da lei messo a punto si diffondesse, l’umanità intera ne sarebbe minacciata. Sulle tracce della scienziata, una coppia alquanto improbabile al soldo delle case farmaceutiche: Eliasz, un tormentato agente sotto copertura, e il suo fedele partner Paladin, un robot. Sarà nella frenetica ricerca di informazioni sul misterioso e potente farmaco di Jack che Eliasz e Paladin riusciranno a stabilire un legame inaspettato, oltre i confini tracciati dalle loro nature così diverse.

Sono molto curiosa di scoprire questo romanzo, descritto come "un’avventura visionaria, intensa, che esplora i temi della libertà e del libero arbitrio in una società frenetica e frammentata, in cui la differenza tra umanità e intelligenza artificiale è ormai sempre più labile".
Mi sono sempre piaciute le storie come questa, e non so dire di no agli agenti tormentati sotto copertura, e per chi non sapesse aspettare - come la sottoscritta, probabilmente - il romanzo sarà disponibile dal 12 Ottobre in ebook a 4,99€ ;)

Vi lascio anche il video della canzone scritta apposta per questo romanzo e condivisa dall'autrice sul suo canale YouTube:

Un bacio a tutte, fanciulle (e fanciulli)!
A presto <3