domenica 13 dicembre 2015

Blogmas Day 13: "Il gatto che aggiustava i cuori" di Rachel Wells

Buongiorno a tutte, fanciulle (e fanciulli)!
La casellina di Blogmas di oggi è una lettura sotto l'albero, dedicata a "Il gatto che aggiustava i cuori" di Rachel Wells, edito da Garzanti (rilegato a 16,90€):
Come ogni gatto, Alfie adora passare le sue giornate sonnecchiando sul divano davanti al camino. Un po' di carezze, un po' di fusa rumorose, ed è felice. Ma all'improvviso è costretto a lasciare la casa in cui è cresciuto, e si ritrova solo e sperduto per le strade di Londra. Tutto cambia quando arriva in Edgar Road, una via piena di verde e di bellissime villette a schiera. Alfie capisce subito che solamente lì può sentirsi di nuovo a casa. Solamente lì può trovare una nuova famiglia. Eppure gli abitanti del quartiere non sono pronti ad accoglierlo. Concentrati sui loro problemi, non hanno tempo per occuparsi di lui. Fino a quando scoprono che non è un gatto come gli altri. Ha un dono speciale: è capace di riconoscere i desideri più nascosti. Alfie sa bene che Claire è ancora in cerca di amore dopo essere stata lasciata dal marito; che Jonathan, cinico e disincantato, in realtà si sente troppo solo, e che Polly vorrebbe solo qualcuno in grado di proteggerla. Giorno dopo giorno, si accorgono di quanto abbiano bisogno di lui. Il loro nuovo amico è pronto ad aiutarli, a provare a cambiare le loro vite, a riaccendere le loro speranze. Perché Alfie è in grado di aggiustare quello che il destino a volte ha rotto e di ascoltare la melodia silenziosa dei loro cuori.

La lettura di oggi è dolce, tenera e miagolante.
Se avete un gatto prendetelo in grembo adesso, svelti!
Avrete voglia di coccolarlo appena inizierò a raccontarvi del coccoloso Alfie, ed è bene che siate preparati.

Alfie è un "gatto da divano", come si definisce lui stesso: la sua vita finora è stata piena di coccole e attenzioni, ma ora tutto sta per cambiare.
La sua padrona è morta, e i figli hanno deciso di portarlo al gattile.
Lungi da lui! Alfie se la squaglia, temendo il gattile più di ogni altro luogo al mondo, ed inizia la sua nuova vita da gatto randagio.
Patisce la fame, il freddo, la paura fino a quando non giunge in Edgar Road.
Il suo istinto gli dice che è la strada gusta per lui, e stavolta si fa furbo: gli è chiaro che avere una famiglia non sia garanzia di stabilità, e così decide di cercarne più di una.

Tutta la vicenda è raccontata dall'irresistibile pov di Alfie, il micetto più dolce e sensibile che incontrerete in vita vostra. Fissato con l'igiene, goloso di gamberetti e amante delle coccole, ha il dono di sapere di cos'hanno bisogno le persone che lo circondano, ed è questo lo scopo che si prefigge: aiutare chi gli sta accanto.
Dalla triste Claire, reduce da un brutto divozio e convinta di non valere nulla, al solitario Jonathan, che vive in una casa grande e ha un buon lavoro ma forse vorrebbe anche compagnia.
Per non parlare delle due famiglie appena arrivate al numero 22, una alle prese con la xenofobia e la barriera linguistica, l'altra con la depressione post-partum e un bimbo ch sembra non dormire mai.
Insomma, c'è un sacco da fare se si vuole arrivare a rendere tutti contenti, e quindi Alfie si rimbocca le zampe e s'impegna a fondo, anche se i risultati non sono sempre quelli da lui sperati.

Ho trovato esilaranti alcuni passaggi (la sua ostinazione a portare prede morte a Jonathan, che di topi e uccelli morti sul pavimento dell'atrio farebbe volentieri a meno), altri mi hanno intenerita da morire e mi hanno fatto venire voglia di avere un gattino (la dolcezza di Alfie nei cofnronti di Claire è qualcosa che vi farà venire il magone, e se non succede siete brutte persone, ecco).
E' un libro pieno di sentimenti, di ironia, di dolcezza e di amore, e risponde a quello che ogni proprietario di felino si è chiesto almeno una volta nella vita: "Chissà a acosa sta pensando il mio gatto!"
Alfie pensa a come risolvere il suo problema, ovvero quello di avere una casa, e la soluzione che trova è quella di averne quattro.
Molto ingegnoso, ma a volte scomodo (Alfie che si trascina da una casa all'altra perchè deve farsi vedere da tutti, Alfie che si bagna sotto la pioggia perchè non sa in quale casa infilarsi, Alfie che si trova a mangiare tre cene nel giro di un'ora...).
Un romanzo che non annoia, ma che anzi intrattiene dall'inizio alla fine: vorrete sapere come va a finire, e probabilmente finirete come me, svegli fino a tardi ma incapaci di dormire prima di aver voltato l'ultima pagina.

Rachel Wells è convincente nel rendere la voce di un gatto, nei pensieri e negli atteggiamenti.
Un gatto molto sensibile e decisamente profondo, ma pur sempre un gatto come tanti: passa dalle riflessioni sulla natura umana al dire che ha passato un pomeriggio fantastico cercando di prendere le farfalle in giardino, e questo mi è piaciuto moltissimo.
Adora il salmone affumicato e i gamberetti, ma non disdegna nemmeno una scatoletta di tonno. Quando i suoi vari padroni sono fuori casa si diverte a scorrazzare in giro con Tigre, una sua amica micetta, rincorrendo farfalle e uccellini, cacciando topi e osservando il proprio riflesso nello stagno.
Odia fare il bagno, adora rannicchiarsi e farsi coccolare, e crede fermamente che chi è allergico ai gatti abbia qualcosa che non vada.

I libri su/con animali di solito non rientrano tra le mie letture, ma questo è speciale e merita un posto nella vostra libreria, e anche se l'ambientazione non è natalizia credo che contenga tutto ciò che chiediamo a un libro letto in questo periodo dell'anno: amore, amicizia, sentimento ed emozioni.
Rannicchiatevi in poltrona con Alfie e una tazza di cioccolata, e vi prometto un pomeriggio perfetto.

Un bacio a tutte, fanciulle (e fanciulli)!
A presto <3

4 commenti :

  1. Non ho mai letto nessun libro con protagonista un gattino... sembra davvero interessante! la tua recensione mi ha convinta!
    io adoro i gatti (ne ho tre), questo libro lo devo leggere!

    RispondiElimina
  2. Questo vorrei leggerlo un sacco!

    RispondiElimina
  3. Troppo carino!!! Sono curiosa di leggerlo :) baci

    RispondiElimina
  4. Sembra davvero simpatico e tenero!! Poi sono una gattofila, quindi non posso non prenderlo xD Aggiunto alla WL :D

    RispondiElimina