martedì 28 luglio 2015

"Io e te al centro del mondo" di Jennifer E. Smith

Buongiorno a tutte, fanciulle (e fanciulli)!
La chiacchiera librosa di oggi è dedicata a "Io e te al centro del mondo" di Jennifer E. Smith, edito da Sperling&Kupfer (rilegato a 17,90€):
Lucy e Owen si incontrano un giorno tra il decimo e l'undicesimo piano di un palazzo a New York, bloccati in ascensore durante un blackout che ha colpito tutta la città. Quando finalmente riescono a uscire, trascorrono la notte insieme, vagando per le strade buie di Manhattan sotto un cielo insolitamente stellato. Ma, con la luce, torna anche la realtà: Lucy deve raggiungere i suoi genitori in Europa, e Owen parte con il padre per un viaggio attraverso gli Stati Uniti. 
Il breve tempo trascorso insieme ha lasciato però un segno in entrambi. E, nonostante ci sia un mondo intero a separarli, Lucy e Owen riescono a rimanere in contatto: un'e-mail, una cartolina, qualche telefonata. Nell'attesa, un giorno, di rivedersi di nuovo. E proprio mentre ognuno è alla ricerca della propria strada scopriranno presto che il centro del mondo non è necessariamente un luogo. A volte, può essere anche… una persona. Perché l'amore non si misura in miglia, ma in emozioni.

Questo libro è la mia lettura per il DOMINO LETTERARIO di questo mese, un divertente gioco di letture a catena a cui partecipo insieme a diversi altri book blogger.
L'ho letto a fine Giugno, e finalmente posso chiacchierare con voi di questo divertente e tenero romanzo per ragazzi, che mi ha fatta sorridere parecchio.
Una storia d'amore a distanza, un amore che si perde e si ritrova di paese in paese, di continente in continente.

Lucy e Owen sono molto diversi: vivono nello stesso palazzo, ma lei abita al piano attico mentre lui è il figlio del custode, relegato in un seminterrato.
Lei è cresciuta sentendosi abbandonata da due genitori troppo assenti, mentre lui è in lutto per la morte della madre.
Apparentemente hanno molto poco in comune, ma quella notte insieme avvolti dal buio cambia tutto.
Owen e Lucy si trovano innamorati, e nel momento meno opportuno.
Riusciranno a ritrovarsi, o il loro amore appena nato non sopravviverà alla distanza?
Ho trovato questo libro molto tenero, e la descrizione dei sentimenti provati dai due ragazzi molto convincente: la confusione, il desiderio acerbo, l'affetto e la nostalgia d Owen e Lucy saltano fuori dalle pagine, rendendo la lettura molto coinvolgente.
L'ho letto tutto d'un fiato, ansiosa di sapere se Lucy e Owen avrebbero avuto il loro lieto fine.
Non faccio spoiler, ma dico solo che il finale mi ha in parte sorpresa.
Mi aspettavo qualcosa, ma qualcosa non è andato come avrei creduto, e quando un libro mi sorprende così aumenta solo il livello del mio gradimento.

Il personaggio di Lucy è quello della figlia minore che ha finito per essere trascurata, considerata già grande come i fratelli e quindi in grado di cavarsela da sola, ed è stato bello leggere del suo percorso di confronto e riavvicinamento (a fasi alterne) con i genitori.
Owen, dal canto suo, recupera il rapporto con il padre, ritrovando l'uomo divertente e pieno di entusiasmo che era prima della morte della moglie e impara a fare progetti per il futuro concentrandosi su ciò che vuole davvero, e non su ciò che non vuole.

E' una storia d'amore, ma è anche e soprattutto un romanzo di formazione a due voci.
Ho seguito con entusiasmo sia Lucy che Owen, ed è uno dei pochi romanzi autoconclusivi di cui avrei effettivamente voluto un seguito una volta girata l'ultima pagina.

La prosa di Jennifer E. Smith è essenziale: non ci sono troppe infiorettature, il lessico è semplice e colloquiale, i periodi non sono eccessivamente lunghi.
E' molto scorrevole, e la narrazione no è appesantita né da dialoghi troppo lunghi né da descrizioni troppo ampie.
Un bel libro per ragazzi, ma non solo: si apprezza anche se si è un po' più grandi ;)

Consigliato a chi ama le storie d'amore non troppo sdolcinate, a chi apprezza i racconti on the road (un'intera parte della storyline di Owen è un viaggio on the road), a coloro a cui è piaciuto "Il mio primo bacio a Parigi" di Stephanie Perkins perché ritroverà la stessa freschezza di sentimenti.
Vi lascio inoltre gli altri blog che hanno partecipato al DOMINO, così andate a sbirciare anche le loro tessere:
Everpop
Il Salotto dei Libri
Lettere d'inchiostro
Oltre Yume
Le recensioni della libraia
La Rapunzel dei libri
Questione di Libri
Leggere è un modo di volare senz'ali
Leggendo Romance
Parole al vento
Devilishly Stylish (ehi, ma siete già qui XD)
On Rainy Days

Un bacio a tutte fanciulle (e fanciulli)!
A presto <3

6 commenti :

  1. Mi sembra carino,potrei proprio metterlo in lista :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi èpiaciuto molto perchè non è la solita storia di amore adolescenziale, è più la storia di come lui e lei crescono e maturano facendo esperienze diverse, pur restando legati.
      L'amore c'è, ma non è "il punto" del libro <3

      Elimina
  2. Sembra che questo romanzo faccia al caso mio, gli darà una possibilità, grazie Ely <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero carino, e abbastanza privo di cliché tipici del genere.
      Mi ha sopresa e mi ha fatta sorridere <3

      Elimina
  3. Mi sembra molto carino, se riesco a infilarlo tra una lettura e l'altra, lo leggerò sicuramente! Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È davvero tenero!
      Infilalo, infilalo! <3

      Elimina