domenica 26 luglio 2015

"Il calore della notte" di Sylvia Day

Buongiorno a tutte, fanciulle (e fanciulli)!
La chiacchiera librosa di oggi è dedicata a "Il calore della notte" di Sylvia Day, edito da Harlequin Mondadori (brossurato a 14,90€):
In un mondo parallelo, i Guardiani dei Sogni combattono contro gli Incubi per salvaguardare gli esseri umani. Connor, uno dei guerrieri, è in grado di dare vita alle più sfrenate fantasie erotiche di ogni donna. Esiste nel crepuscolo tra il sonno e la veglia e procura alle donne piaceri inimmaginabili, alimentati dalla loro energia sessuale. Ma la violenza e la lotta stanno adesso separando il mondo reale e quello dei sogni e Connor deve affrontare una pericolosa ricerca nel regno umano... e tra le braccia di un'eccitante seduttrice.
Stacey Daniels è sempre stata attratta dall'uomo sbagliato e il guerriero muscoloso e virile che si presenta alla sua porta non fa eccezione. Stenta a credere che quest'uomo ferito arrivi da un altro mondo, dove i sogni erotici devono sopravvivere ad ogni costo, un mondo pieno di pericoli che hanno seguito Connor fino alla sua casa. La passione tra loro scoppia impetuosa e rovente, ma un grave pericolo li minaccia. Riuscirà Connor a sconfiggere l'oscuro nemico che dà loro la caccia, e Stacy ad abbandonarsi alle promesse che lui le fa ogni volta che le sue mani sensuali la accarezzano?

E' il secondo volume di una duologia, iniziata con "I piaceri della notte", che avevo recensito qui.
E dato che i primo volume lasciava molte questioni aperte, ero curiosa di leggerne il seguito.

Ammetto che all'inizio ero un po' confusa.
La storyline principale, che narra della guerra in corso tra Guardianid ei Sogni ed Incubi, e della rivolta interna di un gruppo di Guardiani contro i loro capi, gli Anziani, era un po' troppo contorta.
Tendevo a non ricordare i nomi di ogni Anziano e Guardiano coinvolto, e tra doppi e tripli giochi mi stavo davvero perdendo per strada.

Poi però mi sono ritrovata, e da lì ho seguito le peripezie di Aidan e Connor con entusiasmo.
I loro tentativi di proteggere la Chiave e di arrivare ad alcuni importanti manufatti pieni di segreti prima degli Anziani mi hanno tenuta col fiato sospeso, e quando Sylvia Day è riuscita a inserire in questa cornice anche un rapimento in vero stile thriller, basta. Ero una lettrice felice.
E' una lettura poco impegnativa e sicuramente leggera, di intrattenimento puro e perfetta per le vacanze.

La mia unica, piccolissima remora riguarda la componente erotica del romanzo: l'ho trovata un po' troppo caricata.
Connor e Stacey sono come il coniglietto Duracell, e lui ok: è un Guardiano, è immortale, è super-forte, ecc. ecc.
Ma lei no. Donna, non ti stanchi mai?!
Continuo a preferire la coppia Aidan Cross/Lyssa Bates, anche se a Stacey riconosco che sa fare un'ottima torta di mele e questa non è una dote da sottovalutare.

Nel complesso la duologia mi è piaciuta, anche se mi ha lasciato un vago senso d'incompiutezza: molte domande restano senza risposta, e di fatto la story-line principale non ha un vero e proprio finale.
La storia di Connor e Stacey viene conclusa con un bel finale rosa, ma la guerra è ancora lì.
E gli Anziani?
E i ribelli?
E quei manufatti?
Boh?!
Dal sito di Sylvia Day si legge che a lei piacerebbe scrivere un terzo libro, segno che forse questa non è tanto una duologia quanto una serie abbandonata.
Questo mi fa togliere una stellina.

Se li avete letti fatemi sapere se anche a voi hanno trasmesso le stesse sensazioni, sapete che mi piace leggere le vostre impressioni.
Un bacio a tutte, fanciulle (e fanciulli)!
A presto <3

2 commenti :

  1. Sul coniglietto Duracell sono morta dal ridere :D baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devo sempre farmi riconoscere XD
      Baci!!!

      Elimina