lunedì 4 maggio 2015

Anteprima: "I piaceri della notte" di Sylvia Day

Buon pomeriggio fanciulle!
Oggi vi presento un ritorno in casa Harlequin Mondatori, quello di un'autrice molto famosa e chiacchierata di nome Sylvia Day:
Ritorno perché questo libro, il primo della duologia "Dream Guardians", era già uscito nel 2013 in una veste differente:
Ebbene, domani in libreria troverete una nuova veste, a mio avviso decisamente migliore, per una storia combina paranormale e passione.
Ecco la trama:

In un mondo parallelo al nostro, i Guardiani dei Sogni combattono contro gli Incubi per salvaguardare gli umani. 
La bella Lyssa Bates non sa di essere una pedina importante in questo gioco. 
Quello che sa è che nei suoi sogni le appare un uomo passionale e virile, che le dona piaceri indicibili. 
Quando il protagonista di quei torridi amplessi si presenta alla sua porta, Lyssa è sempre più turbata. 
Lui è l’aitante Aidan che combatte le sue battaglie e cerca di vincere anche l’istinto che lo porta a proteggerla, ad amarla... 
Ma il mistero s’infittisce: qual è il vero motivo per cui Lyssa è in pericolo? 
In una lotta senza esclusione di colpi in cui il confine tra nemici e alleati è sempre più labile, il vero rischio è non riuscire a salvare una passione per cui vale la pena tentare il tutto per tutto.


Ora, io non sono una lettrice abituale di romanzi erotici, ma mi piace l'elemento paranormale.
Mi piace l'idea di un esercito di Guardiani che protegge l'umanità dagli incubi (e in tal caso, Sylvia, dov'è il mio? Io aspetto, eh...)
Di Sylvia Day ho apprezzato i primi due libri della serie "Crossfire", quindi è un'autrice di cui ho avuto una prima impressione positiva nonostante non sia il mio genere abituale (ma uscire dalla propria confort-zone non è mica un male, anzi).
Quindi mi sento di segnalarvi questa uscita, lasciandovi qualche notizia sull'autrice:

Sylvia Day è un'autrice di bestseller n.1 nella classifica del New York Times, ha scritto oltre 20 romanzi vincitori di molti premi e venduti in più di 40 Paesi.

È al vertice delle classifiche in ben 28 Paesi, con oltre 16 milioni di copie vendute. 
La sua "Crossfire Series" è stata opzionata per una serie televisiva da Lionsgate. 
Per Harlequin Mondadori ha già pubblicato il bestseller Afterburn/Aftershock.

E visto che la domanda già me l'aspetto (ovvero "Hai detto che è una duologia. E se non esce il secondo?"), io ve lo dico già.
Il seguito, dal titolo "Il calore della notte", uscirà il 16 giugno, sempre in questa veste.
Un sentitissimo grazie per non lasciarci con una serie a metà!

Spero che la news vi faccia piacere, e che magari, anche se non è il vostro genere, gli darete una sfogliata in libreria (eddaaaaaai che un bel Guardiano dei Sogni in fondo non vi dispiacerebbe XD)

Un bacio a tutte, e a domani <3

6 commenti :

  1. Per me....E' NO! XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, non è per te XD
      Troppa poca fiaba e troppa passione XD

      Elimina
  2. Pensa che su Sylvia Day io invece sono sempre stata scettica... ogni volta che vedevo i suoi libri sugli scaffali mi sembravano veramente banalotti... Non so dirti perché ma ho sempre avuto questa sensazione :S
    Questo potrebbe incuriosirmi, anche a me stuzzica principalmente l'elemento paranormal ( non amo gli erotici proprio x niente) Non so però se lo comprerò, ci devo pensare bene XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho letto solo i primi due della serie Crossfire, quindi non posso giudicare sull'intera serie (ce ne sono altri due dopo!) e mi manca la duologia Afterburn/Aftershock. Ma quello che ho letto non mi è dispiaciuto, nel senso che sì, il genere erotico non è il mio preferito ma i personaggi e la loro interazione mi piaceva. In questo caso poi c'è l'elemento paranormale che potrebbe dare il tocco in più.
      Sono curiosa, anche perchè sto cercando di aprire un po' le mie vedute e magari leggere anche qualcosa che anni fa avrei scartato :)

      Elimina
  3. Io di erotici ne leggo e penso che sia uno dei generi più difficili da scrivere - scrivere bene, intendo. (Infatti i bravi autori in tal senso sono molto, molto, pochi..) Perché significa non sconfinare in esagerazioni e mantenere la tensione.
    Ecco, Sylvia Day non mi piace, calca sulle volgarità anche quando non servono alla trama e questo - secondo me - è molto poco erotico. Non si tratta del fatto che sia esplicita, perché quello non mi fa scomporre, è proprio il modo con cui... tratta la trama, diventa una banalizzazione di spunti che magari potrebbero rendere di più.

    Comunque, smetto di blaterare! Rimane che la tua è una bellissima recensione e mi ha incuriosito la novità dell'aspetto paranormale, quindi penso proprio che sbircerò. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo con la difficoltà di scrivere di erotismo senza esagerare (sforando nel ridicolo) o senza che sembri solo volgare. Infatti è la mia principale difficoltà con i romanzi di questo genere.
      Di questo è appunto l'elemento paranormale a intrigarmi, perchè è un genere che mi piace molto :)
      Grazie mille di essere passata!

      Elimina