giovedì 28 gennaio 2016

"L'uragano dentro me" di Rhoma G.

Buongiorno a tutte, fanciulle (e fanciulli)!
La chiacchiera librosa di oggi è dedicata a "L'uragano dentro me" di Rhoma G., edito da Tre60 (rilegato a 14,90€):
Tutto, nella vita di Ary, sembra tranquillo. Un matrimonio sereno con Danny, il suo primo amore, un lavoro faticoso ma appagante nella Libreria Wonderland, l'unico vero punto di riferimento per gli amanti dei libri nella cittadina di Gimli, in Canada. Eppure, da qualche tempo, Ary è distante, apatica, nervosa. Forse perché lei e Danny non sono riusciti ad avere un figlio? Forse perché lui si accontenta della routine e pare aver dimenticato cosa significa la passione? Lucas Master è un affascinante manager di successo. La direzione centrale della Wonderland l'ha mandato a Gimli per risollevare le sorti della libreria... o per deciderne la chiusura. Lucas è convinto che il suo incarico si concluderà in fretta, ma non ha fatto i conti con il proprio cuore, e non sa che la sua strada incrocerà quella di Ary... Poi accade il miracolo: Danny torna a essere l'uomo di cui Ary si era innamorata. Gentile, premuroso, appassionato. Ma per Ary è una vera tragedia perché, adesso, è lei a non essere più quella di una volta...

Lo ammetto, non mi aspettavo di leggere questo romanzo: sapete tutti quanto io sia selettiva con la letteratura di genere rosa/romantico, e forse se non mi fosse stato proposto non gli avrei dato la possibilità.
E avrei fatto malissimo, perchè mi è piaciuto molto.

Mi è piaciuto trovarmi in Canada, tanto per cambiare: basta New York ed L.A., che ormai non si parla nemmeno più delle città in sè quanto della loro versione "telefilmica" (passatemi il neologismo) e cinematografica. Ho adorato l'ambientazione del romanzo, una tranquilla cittadina di provincia canadese ancora immersa nella natura, e le descrizioni mai troppo lunghe dell'autrice mi hanno fatto sentire come se fossi davverò lì, a prendere un caffè nel locale di Mel o a pranzare con la buonissima zuppa di pesce preparata da Emma nel suo alberghetto con ristorante annesso.

La storia di Ary e Lucas è un caso di insta-love, questo sì: se guardiamo nel concreto a quanto effettivamente abbiano condiviso prima di arrivare al "ti amo" non c'è moltissimo da vedere, però la vita è anche amore a prima vista. E' anche desiderio improvviso, è anche un trovarsi occhi negli occhi con qualcuno e sentirsi improvvisamente come se tutta la tua vita fosse servita a portarti lì in quel momento, per poter ricambiare quello sguardo.
Lui mi è piaciuto: sfrontato, spesso scorretto, ma molto deciso quando si tratta di dire o fare ciò che vuole. Vuole Ary e non ci gira intorno, e ho apprezzato che fosse coerente con se stesso per l'intero romanzo senza troppi "io vorrei, non vorrei, ma se vuoi".
Gli perdono anche la cavolata a pag. 345, pagina in cui retrocede a primate nel giro di poche righe per poi tornare un essere umano nel capitolo successivo.
Lei, dal canto suo, mi è piaciuta perchè prende una decisione in tempi accettabili, anche se forse non con il tatto appropriato: mi è piaciuto che il suo carattere e la sua storia emergessero dal romanzo un pezzetto alla volta, e che arrivata alla fine mi sembrasse di conoscerla davvero, come se fosse una persona reale. Non succede con molti personaggi, ma con lei sì. Grandissimo punto a favore.

Bellissimi i dialoghi, soprattutto quelli tra Lucas e sua sorella Sharon (che ho AMATO, al punto da dire che forse il suo è il mio personaggio preferito in assoluto: voglio una novella tutta sua!): lei lo tratta come un bambino capriccioso, lui le dà dell'eterna rompiscatole e insomma, io ci ho rivisto me stessa e mio fratello tra qualche anno. Mi è sembrato un vero rapporto tra fratelli, pieno di battibecchi e piccole ripicche, ma anche di amore e comprensione.
Ringrazio l'autrice per aver scritto l'epilogo dal suo punto di vista, e per aver dato il giusto finale al suo ex compagno, che meritava un carico di gavettoni gelidi sul bassoventre a Gennaio.
Grazie a Tre60 per la copia cartacea del romanzo <3
C'è solo una cosa che non ho apprezzato, un dettaglio piccolino sia chiaro, ma sapete che io il pelo nell'uovo lo cerco sempre: non mi è piaciuto il fatto che da una pagina all'altra Danny, che fino a quel momento è stato un buon marito per Ary, diventi violento. Così dal nulla.
L'ha sposata in barba alle critiche della sua famiglia, le ha dato una bella casa, non le ha mai fatto mancare nulla, anzi si è pure impegnato per tornare ad essere romantico e coinvolto quando ha percepito l'infelicità di Ary, e poi di punto in bianco diventa il marito peggiore del mondo?
Mi è sembrato un espediente per sbloccare il balletto di Ary (lo lascio? Non lo lascio?), e non mi ha convinta del tutto. Va anche detto che l'uomo si riscatta nel corso del libro, e questo mi è piaciuto.

Però a parte questa piccola scelta non condivisa, il romanzo mi è piaciuto molto, soprattutto per il modo in cui viene trattato il tema dell'adulterio.
Mi è piaciuto che non si scadesse nel banale o che Ary non buttasse il matrimonio alle ortiche appena incrociati gli occhi azzurri di Lucas, ma che riflettesse e desse una seconda chance alla sua vita prima di decidere di cambiarla.
Mi è piaciuto che riconoscesse che con il marito non era felice a prescindere da Lucas, e che l'uomo fosse la spinta in più a prendere una direzione diversa. Che accelerasse una situazione inevitabile, più che determinarla.

La prosa dell'autrice mi ha convinta, così come la doppia voce narrante lei/lui: è stata in grado di proporre una voce maschile credibile, e una voce femminile che non fosse costantemente in preda alle paturnie. Mi sono piaciuti molto entrambi i personaggi, e questo è sicuramente anche per merito delle loro bellissime voci.
Vorrei sicuramente leggere anche i prossimi lavori di Rhoma G., e sono molto felice che abbia avuto la possibilità di vedere la sua storia in libreria.
Inoltre San Valentino si avvicina, e questo potrebbe essere un ottimo regalo per un'eventuale fidanzata romantica a cui piaccia fantasticare un po'... Prendete nota!
Vale anche per l'autoregalo: questo sul vosro comodino ci deve finire.

Un bacio a tutte, fanciulle (e fanciulli)!!
A presto <3

3 commenti :

  1. Lo leggerò ;)
    Bellissima recensione ♡

    RispondiElimina
  2. leggendo la trama, l'ho trovato banale ma la tua recensione mi ha fatto cambiare idea, lo inserisco subito nella wishlist =)

    RispondiElimina
  3. Piace tanto anche a me l'ambientazione!!! Finisce in WL
    Un bacione

    RispondiElimina