mercoledì 6 aprile 2016

"Fuga da Villa del Lieto Tramonto" di Minna Lindgren [BlogTour]

Buongiorno a tutte, fanciulle (e fanciulli)!
La chiacchiera librosa di oggi é dedicata alla mia tappa del blogtour di "Fuga da Villa del Lieto Tramonto" di Minna Lindgren, edito da Sonzogno (brossurato a 17,50€) in uscita il 14 Aprile:
Pareti abbattute, tubature divelte e trapani che spaccano i timpani. Villa del Lieto Tramonto, la tranquilla residenza per anziani nella periferia di Helsinki, è sottosopra per massicci lavori di ristrutturazione, e alle inseparabili Siiri e Irma non resta che cercare un modo per fuggire. E alla svelta: loschi individui – sono davvero muratori? – si aggirano nell’edificio, e il portagioie della loro compagna Anna-Liisa è scomparso. Tutto sotto gli occhi della direzione della struttura. Perché allora non affittare un appartamento in centro, lontano da disagi, furti e calcinacci? Meglio però allargare l’invito agli amici della canasta: la puntigliosa, cara Anna-Liisa e l’ambasciatore, il suo distinto consorte, oltre all’infelice Margit alle prese con la grave malattia del marito. La convivenza nello stravagante alloggio – raso rosso alle pareti, un letto rotondo e un improbabile palo da lap-dance in soggiorno – in uno dei palazzi più antichi della capitale finlandese, è per il gruppo di anziani un avventuroso nuovo inizio: la spesa al pittoresco mercato coperto, il bucato, i pasti da cucinare, amicizie inaspettate e giri in tram tra vecchi ricordi e scoperte entusiasmanti. Eppure, qualcosa non quadra. Per il fiuto investigativo di Siiri e Irma, la ristrutturazione nasconde ben altre, criminose attività, e quando il mistero comincerà a dipanarsi tra comici passi falsi, inattesi colpi di scena e irriverenti quanto umane opinioni sulla morte, le ostinate vecchiette toccheranno con mano quanto sia facile lasciarsi ingannare dalle apparenze. Anche alla loro non più tenera età. Il nuovo episodio della Trilogia di Helsinki, irresistibile commedia gialla che mescola sapientemente suspense, umorismo e acute riflessioni su temi sociali di rilevante attualità.

Il blogtour prevede tanti blog e tante tappe, piene di bellissimi contenuti, ed ecco qui il calendario completo:
La mia tappa è quella golosa, perchè quella che vi propongo è la ricetta dei biscotti alla cannella in perfetto stile svedese, facilissimi da fare e ancora più veloci da mangiare ;)
Con che altri biscotti potreste mai prendere il tè insieme a Siiri, Irma ed Anna-Liisa? 
Vediamo gli ingredienti:
250 gr di farina 
100 gr di zucchero 
60 gr di zucchero di canna 
1 cucchiaino di cannella 
1 cucchiaino di cacao amaro
1/2 cucchiaino di lievito 
buccia d’arancia grattugiata 
125 gr di burro, ammorbidito a temperatura ambiente
1 uovo

Prendete una ciotola di medie dimensioni, e al suo interno mescolate la farina, lo zucchero di canna, lo zucchero semolato, il cacao, la cannella, la buccia di arancia grattugiata e il lievito: sostanzialmente tutti gli ingredienti secchi.
Una volta che sono ben miscelati, create un piccolo buco al centro e rompeteci l’uovo.
Aggiungete anche il burro ammorbidito.
Impastate il tutto, a mano o con un cucchiaio di legno, fino ad ottenere un panetto omogeneo. Mettetelo in frigo per 30 minuti, affinchè raggiunga la consistenza necessaria alla sua stesura.
Poi stendetelo su una superficie infarinata con uno spessore dai 3 ai 5 millimetri.
Con un tagliapasta (o formina da biscotti), ricavate i vostri biscotti che andrete a disporre sulla teglia rivestita di carta forno, ben distanziati: in cottura crescono, e rischiate che si attacchino.
Infornate a 180 gradi per 10 minuti circa, ma passati i 5 controllateli spesso: i miei a volte sono pronti in dieci, altre in otto.
Eccoli pronti!
Profumano di spezie, autunno e pomeriggi rintanati in casa mentre fuori si gela, armati di coperta e tazza di tè. L'atmosfera giusta per seguire le intrepide protagoniste della trilogia di Minna Lindgren: io aspetto già il terzo episodio!

Seguite il blogtour, e fatelo non solo per i post davvero carini che abbiamo preparato per voi, ma anche perchè una copia del romanzo cerca disperatamente una casa.
Ecco il modulo per provare ad "adottarla":


Un bacio a tutte, fanciulle (e fanciulli)!
A presto <3

17 commenti :

  1. Farò sicuramente la ricetta, sembrano proprio invitanti!
    Finalmente si torna al Lieto Tramonto, il primo mi ha fatto ridere molto!

    RispondiElimina
  2. Questa ricetta me la segno e la faccio con la farina senza glutine, sperando esca fuori qualcosa di buono! :)

    RispondiElimina
  3. Ho appena pranzato, ma ho già fame.

    RispondiElimina
  4. Molto gustosa questa seconda tappa.naturalmente partecipo al blogtour

    RispondiElimina
  5. Dovrei riceverlo a giorni ^^

    RispondiElimina
  6. Penso che siano buonissimi..peccato che per adesso mi sia precluso mangiare dolci..posso ammirare solo la foto che hai postato :-)

    RispondiElimina
  7. Io adoro cucinare... e mi riesce anche bene

    RispondiElimina
  8. Io adoro cucinare... e mi riesce anche bene

    RispondiElimina
  9. non sono brava a cucinare ma collaboro sempre ben volentieri

    RispondiElimina
  10. ma che bella ricetta! ;) da provare

    RispondiElimina
  11. è la tappa senzaltro più golosa!:-)))
    sabrinapes89@gmail.com
    https://www.facebook.com/sabrina.pes.5/posts/10207790566636494

    RispondiElimina
  12. E' troppo carina questa tappa :3 La ricetta me la segno, devo provarla assolutamente!

    RispondiElimina
  13. Che bella tappa complimenti! La ricetta la voglio provare assolutamente! Adoro provare a preparare cibi nuovi, soprattutto dolci!! Grazie mille per averla condivisa con noi!!

    RispondiElimina
  14. Ok, recuperare la tua tappa è stato un colpo allo stomaco. Sono le 10 e mi è già venuto un certo languorino, e ora devo trovare subito un rimedio. Questi biscotti comunque sono da assaggiare assolutamente!!!

    RispondiElimina
  15. Quanto è bello questo blog con ricettine, trucchi e libri? :) partecipo alle tappe, l'email l'ho già lasciata da La fenice book! :D

    RispondiElimina
  16. Non vedo l'ora di leggerlo! Il primo mi è piaciuto un sacco!

    RispondiElimina