martedì 17 novembre 2015

"Il potere della lista" di Roxanne St. Claire

Buongiorno a tutte, fanciulle (e fanciulli)!
La chiacchiera librosa di oggi è dedicata a "Il potere della lista" di Roxanne St. Claire, edito da Fabbri Editori (rilegato a 16€):
Da trent’anni, ogni anno, gli studenti della Vienna High aspettano un evento con grande trepidazione: la pubblicazione della Lista, la classifica delle ragazze più belle e popolari della scuola. Tra le dieci elette, questa volta compare anche il nome di Kenzie Summerall e lei stessa è la prima a stupirsi. Kenzie è tutto il contrario della ragazza cool: non viene invitata alle feste esclusive, non ha mai avuto un fidanzato e la sua unica passione è il latino. Tutti i compagni di scuola, poi, la ricordano soprattutto per un evento drammatico: la morte di suo fratello Conner, vittima di un tragico quanto inaspettato incidente di cui lei si sente responsabile. La Lista, però, ribalta completamente la vita di Kenzie, che comincia a riceve le attenzioni dei ragazzi – e in particolare quelle di Josh, di cui è innamorata dai tempi delle medie e che non l’ha mai filata – e strani messaggi in latino che sembrano avvertirla di un pericolo imminente. Ma la faccenda si fa davvero inquietante quando le ragazze della Lista iniziano a morire in circostanze sospette... In un crescendo di colpi di scena ed enigmi da decifrare, Kenzie si ritrova ad affrontare situazioni in bilico tra la vita e la morte, fino a scoprire una verità inaspettata che affonda le radici in un passato lontano.

Ringrazio moltissimo Fabbri Editori per la copia digitale del romanzo, che mi incuriosiva tantissimo e che ho letto subito, appena arrivato.
La trama aveva catturato la mia attenzione, e quindi sono stata molto contenta di vedermelo proporre.

Detto questo, veniamo a noi e a questo romanzo YA dal sapore vagamente thriller.
Kenzie è una ragazza che ama il latino, la lettura e i pomeriggi passati con l'amica Molly.
Nella gerarchia scolastica sono su uno degli ultimi gradini, ma...

Ma all'improvviso Kenzie si trova sulla Lista: la lista delle dieci ragazze più attraenti della scuola.
E in quinta posizione, per di più.
Pur trovando l'intera faccenda puerile e ridicola, deve ammettere fin da subito che ora tutti la guardano in modo diverso: i compagni, il personale scolastico, persino gli amici di sempre come Molly. Addirittura la sua cotta di sempre, Josh Collier, sembra finalmente notarla.
Come se all'improvviso essere su quella lista volesse dire essere diventata qualcosa di diverso e di migliore. Kenzie sa che è solo uno stupido gioco, ma non riesce a non rimanerne almeno un po' abbagliata.

Se non fosse che non appena entrata nella Lista iniziano a succederle cose assurde, e soprattutto pericolose.
Un'auto nera che la manda fuori strada, il gas che le invade la cucina per colpa di una manopola lasciata misteriosamente aperta, la sopraccitata auto nera che per poco non la trasforma in marmellata quando la incrocia per una seconda volta: coincidenze?
Kenzie non ci crede, soprattutto per via dei criptici sms in latino che le arrivano in corrispondenza di ogni "tragedia quasi avvenuta". Sms capaci di auto-cancellarsi dopo la lettura, e che sembrano un po' minacciarla e un po' prenderla in giro.

Quando una persona che lei credeva intoccabile all'improvviso muore, in circostanze che vanno oltre il misterioso, le è chiaro che non si tratti di un gioco, e che probabilmente finire sulla Lista è stata la cosa peggiore che potesse capitarle.
Grazie ancora a Fabbri Editori per la copia digitale del romanzo <3
Non potendovi dire altro della storia, voglio parlare brevemente di ciò che mi ha convinta e ciò che invece mi ha lasciata perplessa, partendo da queste ultime cose.

Non mi è piaciuto ritrovare ancora una volta il cliché della famiglia assente che più assente non si può e del genitore oltre lo svaporato.
Inoltre ultimamente le famiglie dei protagonisti YA abbondano di fratelli deceduti, e se all'inizio la cosa mi suscitava empatia nei confronti del/della protagonista, adesso mi lascia abbastanza indifferente. 
Credo che un bravo autore riesca a costruire una trama efficace e un personaggio accattivante senza bisogno di incasellarlo eccessivamente, e invece Kenzie da questo punto di vista è un personaggio abbastanza banale e già visto.

Questa però è l'unica critica che posso fare, perché il libro mi è piaciuto e mi ha sicuramente coinvolta, visto che quando l'ho aperto mi sono trovata a leggere le prime cento pagine così, tutte di fila. 
Mi è piaciuto il modo in cui Roxanne St. Claire ha saputo creare una senso di ansia crescente, portando più volte Kenzie sull'orlo della paranoia.
Mi è anche piaciuto molto il personaggio di Levi, che all'inizio sembra il classico bad boy da YA americano, e invece si rivela almeno in parte diverso. 

E' un romanzo che mi ha sorpresa perché quando l'ho iniziato mi aspettavo tutt'altro sviluppo, e invece quello che ho avuto è stato qualcosa di decisamente non banale e non scontato, che mi ha fatto finire il romanzo in un giorno. 
Scorrevole, dal ritmo accattivante e con dialoghi che mi hanno quasi sempre convinta, è sicuramente una lettura che mi ha intrattenuta molto.

Lo consiglio a chi ama leggere romanzi YA ma sente di aver bisogno di qualcosa di leggermente diverso; a chi ama i misteri e le storie tendenti al dark; a chi brama una storia dallo sviluppo e dal finale assolutamente inediti.

Un bacio a tutte, fanciulle (e fanciulli)!
A presto <3

5 commenti :

  1. Sembra interessante.
    Devo dargli una possibilità :)

    RispondiElimina
  2. La tua recensione mi ha convinta!! Lo leggerò sicuramente :)

    RispondiElimina
  3. Mi ispira un sacco questo libro! lo leggerò sicuramente..

    RispondiElimina
  4. Passerò sopra quei piccoli cliché... Non vedo l'ora di leggerlo
    Un bacione

    RispondiElimina