giovedì 15 febbraio 2018

"Il regno del male" di Sandro Ristori

Buongiorno a tutte, fanciulle (e fanciulli)!
La chiacchiera librosa di oggi è dedicata a "Il regno del male" di Sandro Ristori, edito Newton Compton (rilegato a 9,90€):
Quando il sacerdote avvicina la fiamma al braccio di Kausi e Coral, il segno si accende subito. E la loro vita è condannata: chi porta il Segno non può vivere con gli altri. I due ragazzi devono abbandonare il villaggio, valicare le Grandi Paludi, inoltrarsi in una terra di cui si parla solo nei miti e nelle leggende, e dalla quale nessuno ha mai fatto ritorno. Tutto il Regno è in ginocchio: da ovest una terribile epidemia di peste infuria e decima intere Regioni; il re è troppo debole e pavido per opporsi ai suoi avidi duchi e ai barbari che premono alle frontiere del nord; a sud intere popolazioni sono in marcia per sfuggire alla fame e alla guerra. E quando nella Tredicesima regione l’erede del duca Courtenaray finisce nelle mani di Rakha, ragazza dal fascino misterioso e con una strana luce negli occhi, gli eventi iniziano a vorticare sempre più velocemente, scatenando una tempesta capace di travolgere ogni cosa. Nobili corrotti schiacciano la miseria della plebe, l’ambizione e la sete di potere spingono oscuri personaggi a tramare nell’oscurità. Quale sarà il destino del Regno?

Ero curiosissima di scoprire una nuova voce del fantasy italiano: è un genere letterario in cui abbondano gli autori d'oltreoceano, ma di nostrano... di nostrano non c'è moltissimo.
Sandro Ristori è il traduttore di "La donna di ghiaccio" di Robert Bryndza, "Il libro dei viaggi nel tempo" di James Wyllie e Johnny Acton, e "9 giorni" di Gilly Macmillan (co-tradotto insieme ad Anna Leoncino), tutti editi Newton Compton, e arriva ora in libreria con il primo capitolo di una saga che si preannuncia avvincente.

Mi è piaciuto da subito il personaggio di Coral, e mi sono appassionata alla sua storia di fuga e scoperta: nella sua vita le leggende e i tranelli hanno uguale peso, e se il romanzo si apre proprio con il racconto di un mito doloroso una ragione c'è. Poche pagine, e scopriamo quanto il destino di Coral dipenda da quella storia: dovrà lasciare la sua famiglia e la sua casa, quella che sembrava una vita faticosa, sì, ma anche sicura e priva di particolari scossoni.
Inizia così quello che non sarà solo un esilio, ma l'inizio di una grande avventura: Ristori porta alla mente del lettore il viaggio di Frodo ne "Il signore degli anelli" e di Arya Stark ne "Il trono di spade", costruendo un mondo dalle molteplici ambientazioni che piacerà ai fan di entrambe le serie, e quel mix di losche trame e giochi di potere che ha reso celebre la saga di George R.R. Martin.
Due delle mappe presenti nel romanzo
È sempre interessante scoprire un traduttore in veste di romanziere, e Sandro Ristori non delude, dimostrando non solo di saper restituire al lettore le voci di autori stranieri ma anche di saperlo conquistare con la propria.
Sono molto felice di aver potuto leggere "Il regno del male" in anteprima, e aspetto con ansia il volume seguente perchè voglio tornare nel Regno al più presto ;)

Un bacio a tutte fanciulle (e fanciulli)!
A presto <3

1 commento :

  1. anche io sono curiosa di sapere come la storia si evolverà

    RispondiElimina