Se sei una casa cosmetica e vuoi contattarmi per cartelle stampa, promozioni o farmi provare i tuoi prodotti e vederli recensiti, contattami a: elisa.impiduglia@gmail.com

Se sei una casa editrice e vuoi contattarmi per cartelle stampa, prossimi lanci o farmi leggere e recensire i tuoi libri, contattami a: elisa.impiduglia@gmail.com

martedì 3 marzo 2015

L'Oreal Paris "La Palette Nude" (versione BEIGE)

Buonasera fanciulle!
Post del tutto estemporaneo perché DEVO farvi vedere questa palette di L'Oreal Paris, novità assoluta appena arrivata in negozio.
Si chiama LA PALETTE NUDE, ed ho scelto la versione "beige":
Disponibile in due versioni (l'altra è sul rosa, ma avendo la NAKED3 di Urban Decay non mi servivano altre tonalità rosate), costa 19,90€ e contiene dieci ombretti, un mix di shimmer e mat che la rende molto versatile:
Ve li mostro tutti con gli swatches, a partire dai colori più chiari a sinistra:
Ed ecco anche quelli più scuri, a destra della palette:
Ho solo due considerazioni da fare:
1) la prima tonalità a sinistra, quella più chiara, quasi non si vede. Avrei gradito una maggiore pigmentazione.
2) il primo marrone mat della foto subito qui sopra tende ad essere polveroso (è stato faticoso anche avere uno swatch più o meno uniforme, per darvi un'idea), quindi credo sarà critico da stendere senza macchiarmi tutta la guancia sotto.

A parte questo, bellissima ed è già amore!
Ovviamente questa NON è una review, sono solo gli swatches.
Se volete una review fatemelo sapere che tra qualche giorno di utilizzo posso caricarne una.

Un bacio a tutte e buona serata!

lunedì 2 marzo 2015

Letture di Febbraio: chi mi è piaciuto, e chi mi è piaciuto tanto :)

Buongiorno fanciulle, e buon lunedì!
Oggi vi mostro le mie letture di Febbraio, e preparatevi ad un post lunghetto perché ho letto 18 libri il mese scorso. Quindi fatevi un tè e mettetevi comode :)
"Cursed" di Jessica Spotswood è il secondo volume nella trilogia dedicata alle sorelle Cahill, di cui a Gennaio avevo letto il primo volume ("Wicked"),
Bellissimo proseguo del primo, e le sorelle Cahill mi sono piaciute molto anche se la mia preferita resta Tess, e non la voce narrante Catherine.
Il secondo volume è più avventuroso e ritmato del primo, ed è il mio preferito dell'intera trilogia: l'ho acquistata a scatola chiusa perché non leggevo qualcosa sulle streghe da anni, ed è stata una lettura piacevole e di puro intrattenimento.
Questo è quello italiano, il titolo originale era "Star Cursed".
Kiera Cass con la sua serie "The Selection" mi ha presa al punto che li ho letti tutti di fila ("The Selection", "The Elite", "The One" e "The Selection Stories" che racchiude due novelle dal punto di vista di Maxon ed Aspen).
Ho dedicato un post alla serie, con le mie parti preferite, il look di America, e altro ancora.
In italiano i titoli sono invariati.
Mi spiace non mostrarvi il libro in sé ma
ho sostituito i miei tascabili italiani con i rilegati
in lingua originale, quindi carico le foto :)
Ho poi letto "Obsidian" di Jennifer L. Armentrout su consiglio di Katia, Cristina e Simona.
E' il primo volume della serie LUX, e stavolta parliamo di alieni.
Alieni incredibilmente affascinanti fatti di luce, e scusate se è poco.
Mi ha catturata completamente, e di fatto in un mese me li sono letti quasi tutti, come vedrete.
In italiano il titolo è invariato.

Ora due parole su un paio di ebook, "Lover Unleashed" di J. R. Ward e "Fairest" di Marissa Meyer.
Il primo è il nono volume della serie "La confraternita del pugnale nero", che sto portando avanti in inglese piano piano (non so il titolo italiano di questo ma da noi sono usciti fino al 12esimo quindi esiste), e che mi piace a libri alterni. Questo è dedicato a Payne e Manny, ed è un libro strano, perché sebbene non mi abbia presa l'ho trovato molto scorrevole e infatti l'ho finito subito.
Ogni libro ruota attorno ad una coppia, quindi dipende da quanto vi piacciono i personaggi di volta in volta protagonisti: i miei preferiti della serie in assoluto sono il secondo ed il terzo libro, per esempio, ma ad altre è piaciuto un sacco il primo che io invece non sopportavo.
Il secondo è invece il prequel di "Cinder", primo volume delle Cronache Lunari: da noi sono usciti solo i primi due volumi con i titoli "Cinder" e "Scarlet", in inglese trovate anche il terzo, "Cress", e questo prequel dedicato alla cattiva della serie, la regina Levana.
Avete presente quei libri in cui di colpo il cattivo viene umanizzato, e comincia a dispiacervi per lui?
Ecco, non è uno di quei libri!
Levana era un mostro nella serie ed è ancora peggio nel prequel dedicatole.
Io e laSvamps, che ha letto il prequel quando l'ho letto io, abbiamo già immaginato una morte molto dolorosa e scenografica per lei :D
Non ho più il mio tascabile italiano, perchè ho
acquistato i rilegati inglesi :)
In cartaceo, invece, ho poi letto "Onyx" di Jennifer L. Armentrout che è il seguito di "Obsidian".
Molto bello e anche questo andato via in due giorni, complice l'influenza.
Il protagonista, Daemon Black, mi dava sui nervi la metà del tempo, ma per l'altra metà ero pronta a trasferirmi vicino a delle montagne farcite di quarzite (che detto così non ha senso, lo so).
Il finale mi ha fatto ordinare il seguito "Opal" online, perché DOVEVO sapere cosa succedeva dopo!
Anche qui, non ho più questo tascabile
perché la novella è nel terzo rilegato inglese,
dopo l'ultimo libro della serie.
"Shadows" di Jennifer L. Armentrout è il prequel della serie LUX, e anche se è relativamente breve è dediato a Dawson, gemello di Daemon, di cui finalmente conosciamo la storia
Mi ha fatta restare così male che se non avessi già letto "Onyx" in precedenza probabilmente mi sarei messa a piangere.
Ho dato un'altra chance ad Alessandro Baricco con "Smith & Wesson" e confermo ciò che ho sempre pensato: quest'uomo è un genio del marketing.
Storia idiota, brevissima, che se uno sconosciuto l'avesse portata in Feltrinelli gli avrebbero riso in faccia, e invece con il nome Baricco la vendono a 10€.  Ma che davvero?!
Per fortuna l'ho preso in scambio, perchè è il libro peggiore letto nell'ultimo anno.
Nemmeno lo voglio chiamare libro, diciamo opuscolo.
Non ce l'ho già più, l'ho ceduto ad un amico fan di Baricco :)
"Fated" è il gran finale della trilogia di Jessica Spotswood, ed è difficile dirvi qualcosa sul terzo senza fare spoilers ma mi limito a dire che è un gran bel finale. Non sdolcinato, e pieno di possibilità.
Bella trilogia, e so che l'autrice sta scrivendo un romanzo auto-conclusivo al momento quindi aspetto che esca per leggere qualcos'altro di suo.
Katie McGarry ed il suo "Scommessa d'amore" mi hanno fatto compagnia per un weekend, ma posso prima dire che QUESTO TITOLO NON SI PUO' VEDERE?
Ecco. Quello originale è "Dare you to", letteralmente "Ti sfido a...".
Da noi è diventato un romanzo di Danielle Steel. Ma passiamo oltre.
Mi è piaciuto perché la protagonista, Beth, è la persona meno romantica e sdolcinata sul pianeta Terra, mi è piaciuto perché è un libro intenso e a tratti drammatico, ma non è smielato.
Mi è piaciuto perché il protagonista Ryan una volta tanto non è il solito pseudo-macho tutto addominali scolpiti e sicurezza, che sembra andare tanto di moda ora.
E' un ragazzo normale, e questo me l'ha fatto piacere parecchio.
Questo contiene sia OPAL che ORIGIN, più delle scene bonus
scritte da Jennifer L. Armentrout <3
"Opal" ed "Origin" di Jennifer L. Armentrout sono il terzo ed il quarto volume della serie LUX (ed in Italia sono usciti con lo stesso titolo) e di questi dico solo due cose per non fare spoilers: il terzo ha un finale che lascia letteralmente a bocca aperta e con le mani nei capelli, ed il quarto è ancora peggio. Non si può avere certi finali ad effetto, ogni volta perdo anni di vita :D
Io sono saltata immediatamente dentro ad "Opposition", il quinto ed ultimo volume, che dovrebbe uscire a Luglio in Italia, e sono ad un terzo circa.
Jay Crownover ha scritto una serie di nome "Marked Men", e Newton Compton ha tradotto il primo, in originale "Rule", con il titolo "Oltre le regole".
Tralasciando anche qui il titolo pseudo-Harmony (Rule è il nome del protagonista, non si poteva tenerlo come titolo anche qui?), ho ricevuto il libro a San Valentino e mi è piaciuto molto.
Concordo con Simona che ha promosso Rule come protagonista maschile TOP (qui il suo post), perché è così anche per me. Rule Rules :D
Se volete una lettura veloce, leggera, con il giusto mix di parti più e meno allegre, qualche lite famigliare e tanto amore, questo è il libro perfetto.
E lasciate stare il fatto che faccia parte di una serie perché questo ha un inizio ed una fine, e può essere letto anche da solo.
Penultima lettura del mese è stato Paul Auster, con il suo "Uomo nel buio".
Di suo avevo letto "Mr. Vertigo" e "Trilogia di New York", tutti editi da Einaudi, e il suo stile mi è sempre piaciuto. Questo non è da meno.
A metà tra un racconto lungo ed un romanzo breve, è una storia nella storia.
Il protagonista è un scrittore ormai anziano, che si racconta una storia per addormentarsi, ed alterna la creazione della storia con i suoi ricordi ed i suoi pensieri sulla famiglia ed il matrimonio.
Molto intimista e coinvolgente, consigliatissimo.
Infine "Il corpo umano" di Paolo Giordano, che ho rivalutato.
"La solitudine dei numeri primi" non mi era piaciuto, ma poi ho preso questo superscontato su Mondolibri pensando che non potevo giudicare un autore dal suo primo libro, e infatti mi è piaciuto da matti.
Segue un gruppo di soldati italiani in Afghanistan, e anche se Giordano ha pensato bene di far morire il mio preferito (ormai lo so: se un personaggio mi piace è sicuro che o muore o gli succede qualcosa di brutto) questo è forse il mio libro preferito del mese.
Leggetelo. Dico solo questo.

Un mese pieno, in cui ho finito due serie, ne ho quasi finita una e ho riscoperto un autore che potrebbe piacermi molto: non male :)

Cos'avete letto di bello questo mese?
E soprattutto, cosa mi consigliate?

sabato 28 febbraio 2015

February Faves 2/ Preferiti di Febbraio (non-beauty edition)

Buongiorno fanciulle!
Finalmente il weekend :)
Oggi parliamo dei miei preferiti di Febbraio NON di cosmesi e affini, ma quelli sono già online e potete vederli qui (questo mese vi segnalo 9 prodotti che ho particolarmente amato/usato/riscoperto).
Lo smalto potete vederlo in un NOTD qui <3
Partiamo dalla lettura: questa mese non ho letto un solo libro che non mi sia piaciuto.
Anzi, ho rivalutato Paolo Giordano (di cui proprio "La solitudine dei numeri primi" non mi era piaciuto a parte qualche bella frase qua e là) perché ho letto "Il corpo umano" e ragazze, me lo sono divorato in un giorno e mezzo. Ben scritto, personaggi che hanno catturato la mia attenzione, e c'è stato anche il momento-crepacuore, quando è successa la cosa peggiore al personaggio che amavo di più. Splendido e consigliatissimo. Se volete un post sulle mie letture del mese fatemelo sapere <3
Sono anche a buon punto con la 2015 Reading Challenge di PopSugar (potete scaricare gratis il pdf originale qui): non so quanto ci metterò a finirla perché io leggo quello che mi va e solo dopo controllo se corrisponde a una delle voci della lista. Capace che leggo 100 libri e non finisco la scheda :D

Arriviamo alla musica, perché ho un album che mi è piaciuto parecchio.
Non mi esprimo sul film, ma ci sono delle canzoni in questo album che ho inserito nella mia playlist del mese, e sono "I'm On Fire" di AWOLNATION (cover di una canzone di Bruce Springsteen, e l'originale è sempre stata tra le mie preferite), "Love Me Like You Do" di Ellie Goulding, "One Last Night" di Vaults. Qui potete ascoltare tutto il disco senza doverlo comprare <3
Tazza a parte, un altro preferito del mese è la leggerezza.
La leggerezza che ti permette di affrontare tutto con il sorriso, e che ti fa gestire meglio ogni cosa.
Ho capito che, quando mi si presenta un problema, se resto calma lo affronto nel modo migliore e lo risolvo senza troppi drammi, quindi questa me la porto dietro anche a Marzo. 
La mia tastiera pastello è senza dubbio tra i preferiti del mese.
Questi adesivi sono di H&M e costano 4,99€, ne esiste una variante olografica che però mi avrebbe fatto venire il mal di testa dopo un po' :D
Mi mette allegria aprire il computer e trovarmi davanti qualcosa di colorato, soprattutto al mattino resto quando spesso l'umore non è esattamente dei migliori.
Ho scoperto l'abbinata grigio e oro, finora sempre ignorata.
Questi anelli mid-finger sono di ALDO (o Accessorize, non ne sono sicurissima) e ce li ho da più di un anno ma ogni tanto li riscopro. Fanno sembrare le dita più lunghe ed affusolate,  e voglio assolutamente trovarne di nuovi a Marzo.

Ho dei blog preferiti, o meglio dei post in particolare.
Cominciamo da laSvamps, che con questo post mi ha fatto tornare bambina.
Proseguiamo con Simona, la quale mi ha convinta con questo post ad acquistare un libro che esula completamente dalle mie letture abituali, perché questo è il potere di una recensione ben scritta <3
Sara mi ha fatta sorridere con questo acquisto da Zara, ironico e divertente e che ho rischiato di fare anche io :D

Che altro dire?
Febbraio è stato un buon mese, nonostante gli esami e l'influenza.
Vi auguro un ottimo mese di Marzo, fanciulle!
Buon weekend <3

giovedì 26 febbraio 2015

February Faves/ Preferiti di Febbraio (beauty edition)

Buongiorno fanciulle!
Quasi alla fine del mese, ed è di nuovo il momento dei preferiti, più usati e più amati.
D'ora in avanti avrò ogni mese 9 preferiti, così suddivisi:

a) tre prodotti di cosmesi
b) tre prodotti di skincare e bodycare
c) tre prodotti di haircare e/o smalti
Partiamo dalla cosmesi, e questo mese sono due ciprie e un gloss labbra.
"Mineral Blemish Powder" di ELF è una cipria in polvere libera pensata per la pelle con imperfezioni, ed oltre a regalare un incarnato mat senza creare l'effetto mascherone è trasparente e quindi adatta a tutti gli incarnati.
Ne ho usata circa la metà, finora, e spero duri ancora a lungo perché mi piace molto.
"Color Correcting Mattifying Powder" di Catrice è invece una cipria compatta, ma contiene diverse tonalità che vanno a correggere le diverse discromie, rendendo il viso uniforme e perfettamente mat.
Più pratica per i ritocchi durante la giornata, mi ha seguita in borsa per tutto il mese.
"Huile De Confort Lévres" di Clarins è un innovativo gloss con oli essenziali che nutrono e mantengono morbide le labbra a lungo oltre a lucidarle moltissimo.
Lanciato con la collezione primaverile "Garden Escape", profuma di lampone e colora leggermente le labbra rendendole più rosse.
Veniamo allo skincare e al bodycare, e questo mese ho introdotto qualcosa di nuovo dopo un po'.
Un nuovo detergente ed un nuovo tonico, e insieme mi piacciono davvero molto.

"Clearly Corrective White - Purifying Foaming Cleanser" di Kiehl's è un detergente che purifica a fondo la pelle, andando a correggere nel tempo eventuali discordie rendendo l'incarnato più uniforme e luminoso. L'ho recensito da pochi giorni, potete leggere la review qui.

"Calendula Herbal-Extract Toner" di Kiehl's è forse uno dei loro prodotti più famosi, e a ragion veduta.
Un tonico fresco, dal profumo floreale (ci sono fiori e petali in sospensione nel flacone, cosa che adoro), pensato per le pelli miste/oleose.
Lo uso due volte al giorno, nonché dopo la maschera, e mi piace moltissimo.

Infine, l' "Acqua alle Rose - Profumo per il Corpo" di Manetti&Roberts.
Una fragranza floreale e primaverile, raffinata come le rose a cui ruba il profumo.
Ho usato solo questo per tutto il mese di Febbraio, e ricevuto un sacco di complimenti.

Per quanto riguarda haircare e/o smalti, anche qui tre preferiti.
La linea Garnier Ultradolce "Essenza di lavanda e rosa" ha un profumo favoloso, anche se la lavanda si sente poco (la rosa è decisamente dominante), ed il balsamo lascia i capelli davvero molto morbidi.
Ho adorato sia lo shampoo che il balsamo, e anche mamma è una fan visto che la condividiamo.

Questi sono arrivati alla fine del mese, ma la collezione OPI dedicata alle "Cinquanta sfumature di grigio" mi è piaciuta moltissimo, ed il colore che mi sono sorpresa ad usare per primo è stato "Embrace the Gray", un grigio intermedio, molto cremoso:
Qui vedete gli swatches di tutta la collezione, che trovate in vendita su BeautyBay (dove ho acquistato io il set).

Menzione d'onore per "Absolutely Shore" di Essie, che ho riscoperto questo mese:
Il mio solito mix di lowcost e non, ma ormai l'avete capito che per me funziona così ;)
E voi avete qualche preferito questo mese?

mercoledì 25 febbraio 2015

TAG: Liebster Award (conosciamoci con i TAG)

Buonasera fanciulle!
Rientro in università e arrivata a mercoledì sono già COTTA.
Ma voglio dedicare un po' di tempo a questo TAG molto carino per cui ringrazio Cri di LotusHeart (il link vi rimanda alla sua versione del tag).
Le regole per partecipare sono semplicissime:
  1. Ringraziare chi ti ha taggato (vedi sopra)
  2. Rispondere alle 10 domande (che se no cosa lo facciamo a fare...)
  3. Taggare 10 persone (in teoria con meno di 200 iscritti, ma non siamo fiscali)
Via alle domande!

1) Perchè hai aperto un blog?
Sinceramente?
Mi annoiavo a morte. Ero a Milano da sola causa esami universitari e ho iniziato a gironzolare per diversi blog, comentando e chiacchierando, fino a decidere di aprirne uno mio.
Poi è venuto anche il desiderio di confrontarmi con chi aveva le mie stesse passioni, ma la primissima spinta in assoluto è stata la voglia di fare qualcosa di nuovo.
Questi rossetti parlano da soli <3
Non so se lo sapete, ma a me piace il make-up...
2) Ci parli delle tue passioni?
Il makeup e lo skincare, senza dubbio, e una piccola sindrome di acquisto compulsivo di smalti.
Mi è stato fatto notare che mi piacciono parecchio gli smalti blu e confermo: blu e rossi, a me!
Ma il primo grande amore sono stati, e restano, i libri: ho iniziato a leggere a tre anni, e dalla prima favola letta faticosamente tutta da sola fino alla fine non ho più smesso.
Uno dei prossimi acquisti che farò!
Includo la pasticceria perchè spesso mi diverto a sfornare dolcetti (che mio fratello si diverte ancora di più a mangiare). E adoro mangiare in ristoranti stravaganti o stranieri che esulino dal semplice cinese/giapponese. L'estate scorsa ho scoperto di apprezzare la cucina ceca:
Questo è un pancake di patate e spezie, con salmone e salsa al rafano.
E io ancora ci sto pensando...
3) Quanto pensi che i commenti e l'interazione siano utili per un blogger, e in che modo?
Sono chiacchierona di natura, quindi per me i commenti sono questo: un modo per chiacchierare con chi mi legge. Per questo rispondo sempre a tutti e cerco di ricambiare ogni visita lasciandone spesso a mia volta, perchè adoro l'interazione. Amo le critiche costruttive, perché mi aiutano a migliorare, quindi criticatemi.

4) Di cosa parla il tuo blog?
E' nato come blog di cosmesi, ed è stato così dal 2012 a quasi tutto il 2014.
Ecco, qui trovate i miei tre amori: il tè, gli smalti ed i libri :D
Poi questo argomento ha cominciato a starmi stretto, e ho inserito post sui libri, a volte la moda, le ricette. E' tornato ad essere un divertimento, e non qualcosa che faccio "perchè devo" o "perché se no mi sento in colpa".
Ho scoperto che tante di voi condividono anche la mia passione per i libri, e ora sono davvero soddisfatta.
Si è inoltre confermata la mia voglia di non essere uno spazio pubblicitario: non amo riportare i comunicati stampa nudi e crudi, e lo faccio solo quando un prodotto mi interessa molto.
Altrimenti mi limito a ciò che ho personalmente provato: di blog pubblicità ce ne sono una marea, non ne serve un altro.

5) Hai creato un rapporto d'amicizia con altre blogger? Vi siete mai conosciute personalmente?
Con alcune sicuramente: laSvamps, per esempio, oltre a farmi morire dalle risate con i suoi post, è una grande compagna di letture e chiacchiera libera (ma la morte più creativa per Levana è farina del mio sacco ahahah). Katia condivide moltissime delle mie letture ed una lunghissima wishlist (la sua è lunga 7 pagine di quaderno, la mia parecchie schermate di Book Depository... Andiamo bene!). Cristina (la stessa di cui ho linkato il blog sopra) mi ha consigliato una delle serie più belle e coinvolgenti che abbia letto, quindi sappilo, che la cotta che mi sto prendendo per Daemon Black è colpa tua :D
Simona è una new entry ma la trovo una ragazza simpaticissima e supercarina, di cui spero di approfondire la conoscenza in futuro. Anche lei vittima della neverending wishlist :D
Ma sono molte di più, persone con cui scherzo ogni giorno e che ho avuto anche la fortuna di conoscere "dal vivo": spero di potervi conscere tutte, prima o poi.
Una delle blogger che ho avuto la fortuna di incontrare anche fuori:
Gaia di Biancaneve Makeup :)
6) Come immagini il tuo blog tra due anni? Vorresti vederlo crescere/cambiare? In che modo?
Non saprei.
Credo però che se tra due anni gestirò ancora questo spazio sicuramente avrò cambiato tante cose, perchè amo il cambiamento e le novità, e quando le cose resano uguali troppo tempo mi stancano.
Sul "crescere", dipende. In realtà non mi interessa veder lievitare gli iscritti quanto mi piacerebbe aumentare l'interazione con quelli che ho già, cosa che negli ultimi mesi è effettivamente successa.
Insomma, io voglio chiacchierare, nel caso non si fosse capito :D

7) La cosa che sai fare meglio?
Dormire, senza dubbio. E faccio un ottimo pane alle banane con gocce di cioccolato.
Scherzi a parte, non so quale sia il mio talento speciale, forse non ne ho uno.
Ma non scherzo sul pane alle banane, quello mi viene bene davvero :D
8) Quanto tempo dedichi al tuo blog?
In media un'ora al giorno: rispondo ai commenti, ne lascio a mia volta sui post nuovi dei blog che seguo e cerco di scrivere un post ogni singolo giorno (ma non ne carico uno ogni giorno).
In quest'ora includo anche la lettura delle email visto che molte sono legate al blog.
Quando scatto ed edito le foto ovviamente il tempo aumenta.

9) Come nascono i tuoi post?
A metà tra la pianificazione e l'ispirazione del momento.
All'inizio del mese mi preparo un calendario, sapendo più o meno quali prodotti sono pronta a recensire, a quali libri voglio dedicare un post, quali ricette voglio provare.
Ma poi ovviamente ci sono anche i post estemporanei: un nuovo lancio che trovo interessante e di cui decido di parlare, una sessione di shopping non prevista di cui mostro il bottino.
Mi piace essere organizzata, ma voglio anche essere spontanea.
Volevo salutarvi con un autoscatto ma non li sopporto, e quindi eccone
uno retrò di Paul McCartney. A lui è concesso anche il selfie.
10) Un saluto a chi ti legge
A chi mi segue da anni, un grazie smisurato. Mi avete vista imparare a scattare foto migliori, scrivere meglio e scegliendo meglio gli argomenti: mi avete vista imparare, e aiutata con i vostri comenti e suggerimenti.
A chi ho incontrato lungo la strada, spero che cammineremo insieme ancora per un po'.
A chi è appena arrivato, grazie di questi minuti che hai deciso di regalare alle mie parole, e se mi lasci il nome del tuo blog nei commenti ricambio più che volentieri la visita <3

Ed ora i TAG:

laSvamps
Katia
Gaia
Franci
Maria

Ed infine una delle nuove scoperte:
Le Recensioni della Libraia

Lo so, non sono dieci, ma molte persone di cui volevo leggere le risposte l'hanno già fatto!

Un bacio a tutte fanciulle, e buona serata <3

martedì 24 febbraio 2015

NOTD: Revlon Colorstay Gel Envy in "Wild Card"

Buon pomeriggio fanciulle!
Oggi un NOTD per mostrarvi uno dei nuovi smalti Revlon Colorstay, della linea "Gel Envy".
Sono in promozione a 6,90€ presso il temporary store Revlon alla Stazione Centrale di Milano, ed in più per ogni smalto della linea acquistato
riceverete gratis il topcoat effetto diamante in taglia piena della stessa linea. Non male!
Io ho scelto "Wild Card", il blu sfoggiato da Olivia Wilde nella pubblicità e che mi incuriosiva da mesi dalle pagine delle riviste americane .
Non è lo smalto più fluido del mondo, anzi tende al denso: è meglio non caricare troppo il pennello di colore o vi trovate con delle striature. 
È però coprente in due passate, ed asciuga in fretta. 
Una passata di topcoat, et voilà <3
Adoro questo colore, mi ricorda molto "Baker Street" di Nails Inc (swatch qui) o "Butler Please" di Essie (swatch qui) che però era un'edizione limitata. Questo invece è permanente e costa praticamente la metà. Senza contare il topcoat, che é ottimo: presto asciutto e superlucido, e con un interessante doppio pennello che, aprendosi a ventaglio, copre l'intera unghia in una passata sola <3
Che dite, promosso o bocciato?

domenica 22 febbraio 2015

Review: Kiehl's "Clearly Corrective White - Purifying Foaming Cleanser"

Buongiorno fanciulle!
Oggi vi presento un detergente per il viso che introdotto da 25 giorni nella mia routine quotidiana.
Fa parte della linea "Clearly Corrective White" di Kiehl's, ed è il loro "Purifying Foaming Cleanser" (19€). Della stessa linea usavo le gocce "Clearly Correttive Dark Spost Solution", che hanno contribuito notevolmente a schiarire o far sparire del tutto alcune macchioline post-brufolo che avevo sul viso.
Contiene estratto di Peonia (peonia Suffruticosa Extract), antiossidante tipico della tradizione cinese, che aiuta a proteggere la pelle dal danno ossidativo causato dai radicali liberi, e che insieme alla Vitamina C attiva contribuisce ad inibire la produzione eccessiva di melanina per una pelle più chiara e luminosa.
E' perlescente ed abbastanza denso appena spremuto dal tubo.






Uso questo detergente una volta sola al giorno, di sera.
Vi chiederete come mai, e la risposta è che per me è troppo sgrassante per usarlo due volte al giorno.
Allo stesso tempo, alla fine della giornata è l'ideale per rimuovere i residui di trucco, l'inquinamento (e chi vive in città sa benissimo quanto ce ne troviamo sul viso ora di sera) ed il sebo in eccesso.
Mi permette di stendere siero e crema da notte su un viso deterso a fondo, e di svegliami con la pelle perfettamente idratata, senza nemmeno un velo di lucido sulla zona T.
Vi lascio subito l'INCI:
Aqua/Water, Mystiric Acid, Palmitic Acid, Potassium Hydroxide, Disodium Laureth Sulfosuccinate, Lauric Acid, Stearic Acid, PEG-7 Glyceryl Cocoate, Benzyl Alcohol, Glycerin, Phenoxyethanol, Ceteareth-60 Myristyl Glycol, Argilla/Megnesium Aluminum Silicate, Disodium EDTA, Hydroxypropyl Tetrahydropyrantriol, Propylene Glycol, Lavandula Angustifolia Oil, Lavander Oil, Linalool, BHT, 2-Oleamido-1,3-Octadecanediol, Citrus Tachibana/Citrus Aurantium Tachibana Peel Extract, Paeonia Suffruticosa Extract/paeonia Suffruticosa Root Extract Fmla

A dispetto del nome non lo trovo particolarmente schiumoso (ne ho provati di molto più schiumosi!), ma ciò che è sicuro è che ne basta davvero pochissimo per detergere alla perfezione viso e collo.
Ricorda molto la mousse detergente Lavera di cui avevo già parlato, che appena massaggiata sul viso era una specie di spuma soffice. Questo però deterge più a fondo.
Dopo aver bagnato il viso con acqua tiepida/calda (per far aprire bene i pori), lo stendo sulla pelle utilizzando il mio spazzolino da viso di KIKO, massaggiando lentamente, per poi risciacquare con acqua fresca.
Continuo ad investire parecchio nello skincare, ma in compenso ho abbandonato definitivamente il fondotinta perché al momento non ho nessuna imperfezione da coprire (niente brufoli, niente macchie): credo che questo valga da solo a dimostrare che in effetti chi mi ha fatto una testa così sulla cura della pelle aveva ragione (e quindi scusa se non vi ho dato retta prima!).
Ora sono a caccia di un nuovo siero, possibilmente sotto i 30€ (o che, se più costoso, sia davvero una bomba) quindi se ne avete uno del cuore da consigliare a chi ha la pelle che da mista/grassa è diventata normale/mista sono tutta orecchie!

Spero vi sia utile, fanciulle!
A presto <3